Mentalità vincente e Champions: Pioli, traguardo storico col Milan

Stefano Pioli questa sera raggiunge un traguardo importante per lui ma anche per tutta la famiglia rossonera: ma è solo l’inizio, mister

Stefano Pioli e il Milan: una storia d’amore destinata a durare ancora per molto tempo. L’allenatore rossonero, alla guida del diavolo da due anni, adesso attende il rinnovo.

Pioli
Pioli (©Getty Images)

Rinnovo che si è ampiamente meritato con i risultati e con i fatti. Il tecnico emiliano è stato in grado di riportare a San Siro una mentalità vincente, riuscendo a costruire una squadra competitiva col giusto mix di esperienza tra ragazzini “indiavolati” e giocatori più esperti. Il suo contratto va in scadenza nel prossimo giugno: la speranza è quella che si trovi al più presto un’intesa.


Leggi anche:


Pioli raggiunge un traguardo: ora punta Zaccheroni

Quella di questa sera, al Dall’Ara contro il Bologna, sarà la partita numero 100 di Stefano Pioli sulla panchina del Milan. Un numero significativo, importante, che lo porta di diritto nella storia rossonera. Il mister ha riportato allegria nella Milano rossonera, una felicità che mancava da troppo tempo. Ha preso, due stagioni fa, una squadra allo sbaraglio capovolgendo completamente quelle che erano le aspettative iniziali ed in un solo anno e mezzo ha riportato il Milan in Champions League dopo ben sette anni.

Manca poco a Pioli per entrare nella top ten degli allenatori con più presenze alla guida del diavolo. Dopo la gara di stasera gli mancheranno solamente 25 partite per raggiungere al decimo posto in questa speciale graduatoria Alberto Zaccheroni. Più avanti, in ottava posizione c’è Massimiliano Allegri con 178 panchine. Sembrano irraggiungili, invece, Capello (300), Ancelotti (420) e Nereo Rocco, primo con 459 partite vissute con la giacca rossonera addosso.

Ma il calcio, e Stefano Pioli, ci hanno insegnato che nulla è impossibile nella vita. E allora vai, mister, continua a farci divertire, perché grazie a te il Milan e i milanisti hanno ritrovato l’entusiasmo. Ma come ha detto anche lui stesso ieri in conferenza stampa: “Il meglio deve ancora venire…”.