Milan, dopo Kjaer altri tre rinnovi di contratto: il punto

Kjaer ha firmato un nuovo contratto, ma il Milan non si ferma e vuole altri rinnovi.

Dopo la vittoria contro il Torino, è arrivata un’altra buona notizia. Infatti, Simon Kjaer ha prolungato il suo contratto fino a giugno 2024. Uno dei pilastri della squadra di Stefano Pioli è stato confermato per il prossimo biennio.

Kjaer Maldini Massara
Simon Kjaer con Frederic Massara e Paolo Maldini (foto AC Milan)

Kjaer andava in scadenza a giugno 2022 e il Milan ha deciso di muoversi con anticipo per rinnovare. La medesima scadenza ce l’hanno anche Alessio Romagnoli e Franck Kessie, ma i loro casi sono più complicati anche perché in ballo ci sono stipendi diversi. Il capitano rossonero prende già circa 5 milioni di euro netti a stagione, mentre l’ivoriano punta a un ingaggio da 7-8 milioni (ora ne percepisce 2,2 e gli è stato offerto un rinnovo da 6-6,5).


Leggi anche:


Rinnovi Milan: ora Theo Hernandez, Bennacer e Leao

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©Getty Images)

In attesa di eventuali novità su Kessie e Romagnoli, il Milan sta lavorando intensamente sui rinnovi di contratto di Theo Hernandez, Ismael Bennacer e Rafael Leao. Tutti e tre vanno in scadenza a giugno 2024 e la società intende blindarli fino al 2026. I contatti con i rispettivi agenti sono in corso e si spera di raggiungere gli accordi in tempi brevi.

Theo Hernandez percepisce un ingaggio da circa 1,5 milioni netti annui e probabilmente gli verrà più che raddoppiato. Bennacer e Leao guadagnano una cifra simile al compagno e anche a loro verrà corrisposto un buon aumento. Si attendono novità a breve sulle negoziazioni che riguardano i loro prolungamenti contrattuali.

Al momento, risulta che i tre giocatori vogliano rimanere al Milan e siano aperti a firmare nuovi accordi. Da ricordare che Bennacer nel suo contratto ha anche una clausola di risoluzione da 50 milioni valida esclusivamente per l’estero.