Milan, giornata di riposo ma c’è chi lavora a Milanello

Giornata di riposo per la squadra ma molti hanno continuato a lavorare a Milanello. Il Milan di Pioli tornerà ad allenarsi domani: la speranza è di riabbracciare Rebic

Sono giorni felici per i colori rossoneri. Il Milan continua a vincere in Serie A, nonostante le tante assenze. In dieci gare di campionato sono arrivate nove vittorie e un pareggio, che hanno portata la squadra di Stefano Pioli a 28 punti.

Milan
Milan (© Getty Images)

Difficile tenere il passo del Milan, lo sta facendo il Napoli, che stasera, con un successo, lo aggancerebbe. Staccate, invece, tutte le altre, con l‘Inter lontana sette punti. Perde ulteriore terreno la Juventus, adesso a 13 lunghezze.

Ieri, poi, è arrivato anche il rinnovo di contratto di Simon Kjaer, fino al 30 giugno 2024. Uno dei capitani di Pioli ha deciso di continuare in maglia rossonera, per vincere. E’ questo l’obiettivo, il Milan e i suoi calciatori non si nascondono più.

La squadra ci crede, si gode il momento ma non abbassa la guardia. Per continuare a vincere le partite non bisogna smettere di lavorare. La squadra ha goduto di un giorno di riposo ma molti calciatori si sono recati a Milanello.


Leggi anche:


Rebic a Milanello

Lo hanno fatto chiaramente i giocatori infortunati per recuperare il prima possibile. C’è voglia di dare una mano per restare in alto. Ante Rebic ne ha tanta di rientrare e di mettersi alle spalle il problema alla caviglia. Il croato si è fermato contro il Verona, ha voglia di esserci già contro la Roma. Sta lavorando, anche oggi, per volare insieme ai compagni nella Capitale ma non sarà facile.

Domani sarà una giornata chiave per capire se Rebic potrà davvero esserci. Pioli lo spera fortemente anche perché Leao necessita di riposo. Lo si è visto anche contro il Torino.

Il ritorno, dopo il Covid-19, di Brahim Diaz potrà certamente dare una mano importante. Ieri lo spagnolo si è allenato in gruppo e potrebbe giocare dal primo minuto, al pari di Theo Hernandez.