Milan, settimana bollente | Pioli prepara la staffetta in attacco

Saranno giorni caldi e pieni di sfide decisive per il Milan. I rossoneri dovranno alternarsi per evitare fatica e sovraccarichi.

Quella in cui entrerà a breve il Milan sarà forse la settimana più dura e decisiva degli ultimi mesi. Tre gare in dieci giorni che doneranno la giusta dimensione alla squadra di Stefano Pioli.

Pioli
Stefano Pioli (acmilan.com)

Archiviato il turno infrasettimanale e mantenuto il primo posto in classifica, il Milan è atteso da tre match al cardiopalma. Domenica sfiderà la Roma allo stadio Olimpico. Mercoledì toccherà al quarto turno di Champions League, il duello con il Porto per restare aggrappati alla speranza qualificazione. Infine il derby con l’Inter del 7 novembre.

Tre duelli da affrontare con carattere, qualità e soprattutto con gli uomini migliori. Pioli ha una rosa molto ampia, che ha dimostrato di poter essere all’altezza di molte situazioni. Ma dovranno essere fatte scelte ponderate, soprattutto in odore di turnover.


Leggi anche:


Ibra-Giroud, il piano di Pioli per gestirli

Come scrive la Gazzetta dello Sport, il reparto che desta maggiori curiosità in questa fase è quello offensivo. Pioli può giostrare a suo piacimento due centravanti di spessore e classe: Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud. E sembra avere già in mente un piano per le prossime sfide.

L’idea è quella di puntare su Ibra in campionato e Giroud in coppa. Lo svedese sarà titolare a Roma, mentre il francese verrà lanciato dal 1′ minuto contro il Porto. Mentre in vista del derby, anche per questioni di ‘tradizione’, Pioli tornerà a puntare su Ibrahimovic. Una staffetta necessaria, che si incrementerà anche con eventuali cambi tra i due bomber a partita in corso.

Ad oggi impossibile vedere il tandem Ibra-Giroud dal 1′ minuto, in particolare nelle prossime delicate sfide. Una scelta tattica che va provata e sperimentata con più calma, anche se Pioli non ha mai escluso tale utilizzo.

Altre staffette in questa settimana bollente si vedranno in difesa, dove Romagnoli e Kjaer potrebbero alternarsi come già successo di recente. Così come Kessie e Bennacer a centrocampo e Leao con Rebic sulla corsia mancina. Pioli ha invece già in mente gli intoccabili: ai vari Tatarusanu, Calabria, Tomori, Theo Hernandez, Tonali e Brahim Diaz verranno chiesti gli straordinari.