Pioli: “La Roma è una squadra di carattere. Non commento le parole di Leonardo”

Le parole del tecnico dei rossoneri in conferenza stampa in vista del posticipo Roma-Milan di domani sera.

L’allenatore del Milan, Stefano Pioli, ha parlato in conferenza stampa alla viglia del match contro la Roma di domani sera all’Olimpico. Queste le sue parole:

Srtefano Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Roma-Milan diversa con la rimonta dei giallorossi a Cagliari?

“Non credo perché la Roma è una delle poche squadre imbattute in casa, è riuscita pareggiare con il Napoli. E’ una squadra forte, con talento, qualità e carattere quindi sicuramente ci aspetta un avversario importante”.

Cosa rappresenta la partita con la Roma?

“Tutte le partite per noi sono degli esami e ci prepariamo per superare un esame difficile. Più l’esame è difficile più ti devi preparare bene e noi crediamo di esserci ben preparati e di essere pronti. Chiaro che la partita riserverà delle difficolta perché la Roma dal punto di vista delle qualità nel reparto offensivo non credo sia seconda a nessuno. Ha mentalità e grande carattere e quindi le difficoltà ci saranno ma è altrettanto vero che noi abbiamo le nostre caratteristiche”.

Come sta Brahim Diaz?

“Brahim sta sicuramente meglio. Ha recuperato e ha fatto una settimana quasi completa, poi vedremo domani”.

Su Ibra 

“Sia Zlatan sia Olivier stanno meglio perché si stanno allenando con continuità. Hanno messo un buon minutaggio quindi chiarament la condizione è in crescendo ma non è ancora ottimale. Uno sarà pronto per cominciare”.

Sulle dichiarazioni di Kjaer

“Ho letto e sentito le dichiarazioni di Simon, mi fa molto piacere che i miei giocatori pensano così.  Ha detto che per avere grandi sogni devi avere grande fame e voglia per realizzarli. Noi dobbiamo continuare così e cercare di provare a vincerle tutte”.

Sulla vittoria con il Torino

“Non credo che con il Torino abbiamo giocato male. Credo che gli avversari cambino e il Torino ti fa giocare meno. Abbiamo palleggiato e creato meno del solito ma credo che siamo stati squadra dall’inizio alla fine e questa è una cosa molto importante. E dobbiamo continuare ad avere questa mentalità. Noi prepariamo le partite per cercare di farle nostre ma non dimentichiamo che dall’altra parte ci sono gli avversari l’avranno preparata allo stesso modo e che conoscono i nostri punti deboli. L’importante è avere un’identità e portarla avanti per 95 minuti senza farsi distrarre da un risultato positivo piuttosto che da uno negativo, così come abbiamo fatto con il Torino”.


Leggi anche:


Sulla Roma

“L’aspetto più importante che ho visto nella partita contro il Napoli è stato l’aspetto caratteriale. Hanno giocato con una cattiveria e con una capacità di andare a duello con avversari molto forti e con grande fisicità e determinazione. Quindi ci dobbiamo aspettare un ambiente difficile: sappiamo benissimo le difficoltà che incontreremo. Dobbiamo cercare di essere molto puliti dal punto di vista tecnico e nelle scelte”.

Su Rebic

“Per quanto riguarda Ante il dolore alla caviglia non è passato e non è disponibile domani. Viaggiamo giorno per giorno per capire quando potrà tornare a essere disponibile”.

Su Leonardo

Non lo so non ho nessuna intenzione di commentare le parole di Leonardo. Mi interessa vedere i miei giocatori molto attenti e disponibili dentro quello che stiamo facendo. Ci siamo abituato anche a isolarci e vogliamo cercare di determinare la partita di domani sera.

Sulla differenza con il Napoli in fase difensiva

“Credo che il Napoli stia facendo qualcosa di incredibile. Ogni squadra ha le sue caratteristiche: noi cerchiamo di segnare un gol più degli altri. Poi è chiaro che se riusciamo a non prenderli sarà più facile vincere le partite”.

Rotazioni a centrocampo in queste tre partite?

“I centrocampisti sono quattro perché anche Bakayoko sta molto meglio. Mi auguro che far un po’ potrà essere scelto per partire anche lui dall’inizio. Poi le tre partite sono tutte importanti, noi dobbiamo pensare alla prima. Caso mai qualche valutazione sulla turnazione la farò dopodomani sera“.

Brahim Diaz fondamentale per il bel gioco del Milan?

“Nel Milan non ci devono essere giocatori fondamentali. Che poi Brahim sia un giocatore di qualità che sta facendo bene sì. M aè altrettanto vero che abbiamo altre caratteristiche da mettere in campo quando non c’è lui”.

Serve qualcosa in più domani?

“Ci aspettiamo una partita diversa. Le qualità della Roma sono diverse da quelle del Torino, anche nel modo di stare in campo.  Dovremo interpretarla molto bene dal punto di vista tecnico”.

Su Florenzi e Messias

“Florenzi e Messias non sono a disposizione. Dovrebbero tornare in gruppo nei prossimi giorni, non so se per mercoledì ma probabilmente per il derby”.