Gazzetta – Milan-Porto: gol di Diaz da annullare

In Milan-Porto, finisce sotto la lente di ingrandimento ancora una volta la direzione arbitrale. La prestazione del fischietto francese, Turpin, macchiata dalla decisione di convalidare il gol al Porto

Il Milan di Stefano Pioli non va oltre il pareggio contro il Porto, nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League. Il successo del Liverpool contro l’Atletico Madrid, tiene vive le speranze di qualificazione agli ottavi di finale ma servirà vincere le ultime due partite e sperare negli incastri giusti.

Tatarusanu
Tatarusanu (©LaPresse)

Sarà davvero complicata ma Pioli e i suoi uomini non hanno alcuna intenzione di mollare: vogliono almeno conquistare una vittoria prima di abbandonare, eventualmente, la competizione.

Vittoria che ieri sera è sfumata per via di una prestazione non all’altezza nel corso del primo tempo ma ancora una volta per una valutazione arbitrale errata.


Leggi anche:


Gol irregolare

Per La Gazzetta dello Sport, in edicola stamani, non ci sono dubbi, il gol andava annullato: “Il Milan in Champions non è molto fortunato – si legge -. Dopo gli errori arbitrali nelle gare con Atletico e Porto (all’andata), anche ieri una decisione del direttore di gara pesa sul risultato.

Il gol del Porto, infatti, nasce dopo un contrasto più che sospetto di Grujic ai danni di Bennacer: l’entretata sulla gamba, che sbilancia in modo decisivo il milanista, precede nettamente l’intervento sul pallone.

L’arbitro Turpin lascia correre e al Var Letexier non lo richiama al video non considerandolo un chiaro errore e riaprendo le discussioni su questo concetto. Manca anche un giallo a Pepe”.