Dalot vicino al ritorno in Serie A: le ultime dall’Inghilterra

Il terzino portoghese, lo scorso anno in prestito al Milan, sembra pronto a tornare nel nostro campionato già a gennaio.

Durante lo scorso campionato si era messo in mostra in maglia Milan, conquistandosi il suo spazio nonostante non fosse considerato un titolare assoluto.

dalot
Diogo Dalot (©LaPresse)

Non a caso Diogo Dalot è rimasto nel mirino dei rossoneri per molto tempo. Rientrato al Manchester United dopo il prestito annuale al Milan, il terzino portoghese era stato spesso accostato ad un possibile ritorno a Milanello, stavolta a titolo definitivo.

Ma le alte pretese dello United hanno reso molto complicato il ritorno del classe ’99 in maglia rossonera per il secondo anno consecutivo. Dalot è rimasto a Manchester dove però non sta ottenendo molto spazio, considerato una riserva rispetto al suo ‘competitor’ Wan-Bissaka.


Leggi anche:


Mourinho vuole Dalot: alla Roma a gennaio?

Ma il futuro di Dalot sembra destinato a parlare nuovamente italiano. Dall’Inghilterra fanno sapere che il terzino potrebbe fare le valigie nel mese di gennaio e sbarcare nuovamente in Serie A per avere più spazio.

Non c’è però il Milan stavolta in pole per ingaggiare Dalot. Bensì una rivale in campionato dei rossoneri: il calciatore 22enne è entrato nel mirino della Roma. Lo vuole José Mourinho, suo connazionale, come rinforzo essenziale per la corsia destra difensiva.

La Roma, che può vantare della presenza del solo Karsdorp su quella fascia, ha bisogno di un terzino di livello e Dalot appare il nome adatto. Con il Manchester United che potrebbe persino aprire a gennaio all’ipotesi prestito con diritto di riscatto.

Il Milan difficilmente parteciperà ad aste o farà concorrenza ai giallorossi. La presenza di giocatori come Calabria, Kalulu e Florenzi in rosa rendono il ruolo di terzino destro piuttosto coperto per Stefano Pioli. Effettivamente un elemento come Dalot serve molto più alla Roma, visto che Mourinho lo conosce bene avendolo allenato a Manchester qualche anno fa, quando l’allora 19enne era appena stato ingaggiato dal Porto.