“Il Milan mi offrì anche due guardie del corpo”: le rivelazioni dell’ex Inter

Nicola Berti racconta di quando ricevette una super offerta dal Milan, ma preferì l’Inter.

Al Milan di Silvio Berlusconi era difficile dire no quando la squadra era ai vertici in Italia e in Europa. Tantissimi giocatori sognavano la maglia rossonera, ma qualcuno l’ha rifiutata nonostante le ricche proposte economiche.

Adriano Galliani Silvio Berlusconi
Adriano Galliani e Silvio Berlusconi (©LaPresse)

Nicola Berti è tra coloro che respinsero l’offerta messa sul tavolo dal club rossonero. Nella stagione 1993/1994 il suo futuro all’Inter era incerto. A causa dei problemi fisici avuti, la società nerazzurra non era ancora decisa nel rinnovargli il contratto in scadenza. Si fecero avanti più squadre, tra cui il Milan.


Leggi anche:


Berti racconta il no al Milan: rimase all’Inter

nicola berti
Nicola Berti (©LaPresse)

Berti in un’intervista a grandhotelcalciomercato.com racconta come andarono le cose. Prima ebbe dei contatti con il Real Madrid, senza che la trattativa andasse in porto. Poi si fece avanti il Milan: «Mi proposero di vivere vicino a Milanello – spiega – così sarei stato comodo per gli allenamenti. Inoltre mi dissero che mi avrebbero addirittura messo a disposizione due guardie del corpo. Ero l’idolo dei tifosi nerazzurri e un trasferimento del genere sarebbe stato pericoloso in quegli anni. Alla fine l’Inter prese la mano la situazione e Pellegrini mi contattò per firmare il rinnovo di contratto».

L’allora centrocampista alla fine rimase all’Inter fino al 1998, poi si trasferì al Tottenham prima di chiudere la carriera tra Alaves e Nothern Spirit.