Tatarusanu: “Spero di star bene e continuare così. Il rigore parato a Lautaro il più bello”

Il portiere rossonero ha detto la sua, intervistato al Corriere dello Sport, manifestando tutta la sua felicità vissuta in questo momento.

Intervistato al Corriere dello Sport, il portiere del Milan Ciprian Tatarusanu, assoluto protagonista nel derby contro l’Inter, ha espresso i suoi pensieri sul momento della sua squadra e su quello personale.

Tatarusanu
Tatarusanu (©LaPresse)

Queste le sue parole: “Ho parato tanti rigori nella mia carriera, ma quello è il più bello. Non sapevo che da 40 anni un portiere del Milan non parava un tiro dal dischetto nel derby. Dono molto contento: farlo contro l’Inter aggiunge qualcosa in più. Ho studiato Lautaro come gli altri calciatori dell’Inter, potenziali rigoristi. E’ stata una bella parata”.

Sullo scudetto

“Faccio parte di una delle squadre più forti del mondo. E’ una bella storia, chiara. Mi dispiace per l’infortunio di Maignan, ma sono contento di giocare a questi livelli, spero di stare bene fisicamente e di fare altre prestazioni a questo livello. Milan favorita per lo scudetto? Prendiamo ogni partita che viene e speriamo di dare il massimo sempre. Le avversarie? C’è il Napoli, che è in testa con noi. Ma ci sono altre grandi squadre che possono lottare per lo scudetto, Inter compresa”.


Leggi anche:


Sul rinnovo

“Ho un anno e mezzo di contratto, non penso ora al rinnovo. Quello che conta è stare bene e fare queste prestazioni. Non c’è nessuna fretta: certo, mi piacerebbe continuare qui, mi trovo molto bene al Milan. Ma il nuovo contratto è ancora lontano, possiamo parlarne tra un anno e mezzo”.

Infine Tatarusanu ha risposto all’immancabile domanda su Zlatan Ibrahimovic: “Quante volte sento questa domanda… E’ un calciatore collaudato, molto forte, è giusto che sia il leader del Milan”.