Avanti insieme: in arrivo la firma di Ibrahimovic

In casa Milan si pensa ancora a nuovi rinnovi. Col nuovo anno i rossoneri si siederanno al tavolo anche con Zlatan Ibrahimović. La firma è sempre più vicina. L’unica incognita è fisica

La voglia di Zlatan Ibrahimovic di giocare è ancora tanta. Lo scorso 3 ottobre lo svedese ha compiuto 40 anni e l’inizio complicato, per via del problema al tendine d’Achille, aveva lasciato pensare che questo sarebbe potuto essere davvero l’ultimo anno.

Ibra e Pioli
Ibra e Pioli (©LaPresse)

Dal 16 ottobre, però, Ibra è tornato a disposizione di Stefano Pioli. Un ritorno graduale: 13 minuti col Verona e poi più di mezzora a Oporto. Minuti di gioco che non avevano mostrato, come è normale, un Ibrahimovic all’altezza della situazione.

Il 23, però, nonostante una prova non proprio convincente, contro il Bologna, arrivano assist, autogol e gol. Ibra sta tornando e pochi giorni dopo si prende il Milan sulle spalle con una prestazione super, contro la Roma.

Manca ancora la rete in Champions League ma la possibilità di alternarsi con Giroud fanno sì che il Milan sia sempre competitivo senza che lo svedese sia costretto a fare gli straordinari.


Leggi anche:


Rinnovo in arrivo

Ibra non vuole lasciarsi nulla alle spalle e torna a giocare anche in Nazionale. Lo svedese – rispetto alla passata stagione – sembra più capace a gestirsi e questo potrebbe spingerlo oltre. Potrebbe spingerlo a continuare la sua lunga avventura calcistica.

Zlatan ha voglia di vincere col Milan, da protagonista, e di giocare i Mondiali con la Svezia (come l’Italia dovrà passare dai Playoff).

Il rinnovo con i rossoneri, che qualche settimana fa era tornato di moda, ora è sempre una realtà. Come conferma La Gazzetta dello Sport, in edicola stamani, tra gennaio e febbraio le parti si siederanno per discutere del prolungamento del contratto, con la convinzione di poter dare ancora tanto insieme. Servirà chiaramente una condizione fisica all’altezza delle aspettativa per poter davvero mettere nero su bianco.