Il difensore allontana il Milan: “Voglio restare”

Parla il difensore accostato al Milan per il dopo Alessio Romagnoli: “Oggi posso dire che voglio restare qui, fra un anno magari ho voglia di tornare in Argentina”

Non c’è ancora certezza su quale sarà il pacchetto arretrato della stagione 2022/2023. Simon Kjaer è fresco di rinnovo e nel suo futuro ci sarà chiaramente il Milan. Al fianco del danese ancora Fikayo Tomori, sul quale il club rossonero ha investito tanto, sui 30 milioni di euro.

palomino atalanta
Atalanta (©LaPresse)

Pronto a subentrare ci sarà ancora Matteo Gabbia, che in questa stagione ha giocato solo in una circostanza, un’ora contro il Venezia, rispondendo presente. Un’ottima partita che conferma che si può fare affidamento sul giovane italiano, cresciuto nel vivaio.

Il punto interrogativo è chiaramente legato ad Alessio Romagnoli. Il capitano guadagna tanto, sui sei milioni di euro, e al momento non c’è un accordo sul rinnovo. Le parti sono in continuo contatto per riuscire a trovare un’intesa a cifre più basse delle attuali. C’è la voglia di andare avanti insieme ma è ovvio che il Milan si stia guardando attorno per non farsi trovare impreparato qualora la fumata bianca non dovesse esserci.

Nei giorni scorsi si è parlato della possibilità José Luis Palomino. Il centrale argentino dell’Atalanta ha un contratto in scadenza il prossimo 30 giugno e può rappresentare certamente un’opportunità.


Leggi anche:


Le parole di Palomino

Il calciatore, che il prossimo 5 gennaio compirà 32 anni, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport, in edicola stamani. Immancabile un accenno sul futuro: “Io non mi sbilancio mai sul futuro – ammette Palomino -, oggi posso dire che voglio restare qui, fra un anno magari ho voglia di tornare in Argentina, anche se non credo. Oggi penso di stare ancora tanto all’Atalanta, poi un giorno dovrò ascoltare il cuore: lui sa sempre dirmi cosa fare”.