Maignan scalpita, ma il Milan è cauto: i reali tempi di recupero

Mike Maignan vuole tornare in campo il prima possibile. Ma lo staff medico rossonero non vuole rischiare ricadute o problemi vari.

Un video pubblicato nella serata di ieri ha riacceso entusiasmo nei tifosi del Milan, riguardo le condizioni di un titolarissimo rossonero attualmente fermo ai box.

Mike Maignan
Mike Maignan (©LaPresse)

Mike Maignan, portiere francese attualmente infortunato, ha fatto impazzire i suoi fan sui social network, con una sorta di video motivazionale che sembra presagire un rientro ormai imminente tra i pali.

Il classe ’95 è fermo dopo l’operazione subita al polso, obbligata e forzata, che lo sta dunque costringendo a diversi mesi di stop. Maignan scalpita, vuole tornare in porta ed a farsi valere, ma a prescindere dai proclami ci vorrà ancora cautela.


Leggi anche:


Maignan, inizia la fase di rieducazione: rientro nel 2022

C’è chi dunque ha sperato che Maignan potesse bruciare i tempi e rientrare a breve in campo. Anche perché il portiere sta facendo di tutto per tenersi in forma e non perdere il feeling con il campo. Addirittura si allena da attaccante, cercando di limitare l’utilizzo del braccio.

Come scrive oggi Tuttosport, i tempi di recupero sono già noti e difficilmente la tabella di marcia cambierà. Le sei settimane di stop completo dovrebbero terminare a fine novembre, dopo di che si passerà alla fase di rieducazione, nella quale Maignan potrà tornare a lavorare anche con il polso operato.

Quest’ultima fase durerà circa 4 settimane, dunque per tutto l’arco del mese di dicembre. Nessuna fretta da parte dello staff medico del Milan, che intende osservare passo passo i miglioramenti del portiere prima di dare l’ok per il rientro in campo. Ovvio che, seguendo queste scadenze, il ritorno di Maignan tra i pali non potrà avvenire prima di gennaio 2022.

C’è chi spera in un recupero lampo in tempo per il big match Milan-Napoli del 19 dicembre prossimo, ma serve cautela e attenzione. Maignan scalpita, ma al momento i rossoneri si consolano con l’ottimo Ciprian Tatarusanu, che di certo sta facendo di tutto per far sentire la mancanza del francese.