Messias, la scommessa vinta di Pioli: il retroscena sul suo acquisto

Junior Messias è sempre stato elogiato ed atteso da mister Pioli, che in estate ha avuto un ruolo importante per il suo ingaggio.

Non partirà titolare oggi in Milan-Sassuolo, nonostante i tanti elogi degli ultimi giorni. Ma Junior Messias si accomoderà in panchina, certo di poter essere utile in corsa.

Pioli e Messias
Pioli e Messias (Getty Images)

L’eroe di Madrid sta vivendo un momento incredibile. E’ passato dall’essere il 30enne brasiliano quasi finito per caso a Milanello, a protagonista assoluto delle notti di Champions League.

Come scrive Il Giornale, gran merito di questo exploit va dato a Stefano Pioli. Il tecnico del Milan è stato sempre il primo a credere alle qualità di Messias, ad attenderlo anche quando i problemi fisici e muscolari sembravano remargli contro.


Leggi anche:


Pioli ad agosto ha spinto per l’arrivo di Messias

In molti avevano visto con scetticismo l’acquisto di Junior Messias come ultimo tassello per l’attacco del Milan. C’era chi si aspettava un colpaccio internazionale per concludere bene il mercato, invece la scelta è ricaduta sul brasiliano ex Crotone.

Addirittura, secondo un retroscena svelato di recente, sarebbe stato proprio Pioli a spingere per l’acquisto di Messias. Il tecnico era già rimasto positivamente colpito dalle qualità del classe ’91, affrontato nella scorsa stagione con la maglia del Crotone fanalino di coda.

Negli ultimi giorni della sessione estiva 2021, Pioli ha dato parere positivo. Il tecnico del Milan ha fatto sapere alla dirigenza di preferire un talento venuto dal nulla, ma pronto a tutto come Messias, piuttosto che nomi altisonanti ma da rilanciare. I rossoneri avevano avuto la possibilità di prendere un paio di trequartisti di spessore, ma provenienti da esperienze o annate tutt’altro che brillanti.

Alla fine ha vinto la linea Pioli: meglio un trequartista voglioso di imparare e tatticamente funzionale. Mentre la proprietà Elliott inizialmente avrebbe voluto chiudere il mercato con un nome importante, così da attirare ancor di più i tifosi ed il pubblico allo stadio.

Il suo ingresso al momento giusto contro l’Atletico Madrid rappresenta un successo anche per il tecnico del Milan, che ha azzeccato l’ennesima scelta della sua finora pazzesca esperienza milanista.