Milan, l’attacco scricchiola: pochi gol e troppi infortuni | Scelto il nome per giugno

Il Milan pensa a correre ai ripari dato il rendimento poco proficuo del suo reparto d’attacco. Torna in voga un nome per la prossima estate!

La maledizione infortuni ha ormai preso posto a Casa Milan. Si pensava che dopo la stagione passata, lo staff medico rossonero fosse in grado di prevenire con più accuratezza il manifestarsi di problemi fisici sui giocatori di Stefano Pioli. E invece no, quest’anno è forse peggiore di quello precedente sotto questo punto di vista!

Maldini, Massara e Ibrahimovic
Maldini, Massara e Ibrahimovic (©LaPresse)

Attualmente, a ballare è il reparto d’attacco! Non è un caso che le ultime due reti rossonere siano arrivate da un trequartista (Messias) e da un difensore (Alessio Romagnoli). Zlatan Ibrahimovic, per quanto possa avere sembianze divine, non può risolvere ogni gara del Milan. Soprattutto se chiamato troppo spesso in causa.

La sua età non gli permette di essere quello d’un tempo, e con la mancanza attuale di un vero sostituto, la stanchezza si fa sentire ad ogni gara sempre di più. Il Milan sembra non stia attraversando un buon momento. Con le varie defezioni, a giocare sono sempre gli stessi. Vedi appunto Ibrahimovic, ma anche Rafael Leao. Il portoghese è giovane si, ma quest’anno sta davvero facendo gli straordinari ad ogni impegno!

Con Giroud e Rebic infortunati, il reparto d’attacco rossonero è adesso privo di forze, e non si può pensare di condurre una stagione così altalenante! In più, Pellegri, che non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, continua a non convincere nelle poche apparizioni! Maldini e Massara stanno già escogitando il colpo estivo per intervenire sull’attacco.


Leggi anche:


Milan, ritorno di fiamma: la sua prestazione ha convinto Maldini

Difficile pensare che a gennaio il Milan intervenga sul mercato per quanto riguarda la batteria d’attaccanti. Nonostante gli infortuni, sono comunque tre i centravanti che Pioli ha a disposizione. Certo, due contano insieme 75 anni, e uno, seppur giovane, continua, almeno per il momento, a non lanciare segnali in prospettiva.

Ecco che a giugno intervenire sul reparto avanzato sarà d’obbligo. Secondo la Gazzetta, Maldini e Massara sono tornati sulla pista conducente a Gianluca Scamacca. Il giocatore del Sassuolo ha fatto faville proprio nell’ultima di campionato contro il Milan. Una doppietta stratosferica, di cui un gol degno di un gran centravanti. Certo, Gianluca è forte ma tanto, tanto discontinuo. Un pò come i tanti rossoneri prima dell’avvento di Stefano Pioli.

Ad Elliott, ma anche a Maldini e Massara, piacciono certe sfide, e Scamacca potrebbe rappresentare il nome più adatto. La qualità non manca assolutamente; bisognerebbe lavorare sulla mentalità del giocatore e potenziarne la costanza. Classe 1999, Scamacca rappresenta attualmente un fiore all’occhiello della squadra emiliana.

Come sottolinea la rosea, il Sassuolo non si siederà al tavolo per meno di 40 milioni di euro. E se le prestazioni del giovane dovessero migliorare ancora, nulla toglie che la cifra potrebbe lievitare. Certo, il costo è davvero esagerato per un giocatore così giovane e tanto discontinuo. Ed è anche vero che il Milan difficilmente decida di spendere una tale somma.

Discorsi rimandati in primavera, quando Maldini e Massara decideranno se affondare concretamente il colpo. Ma la domanda è, Scamacca è davvero il giusto nome per il futuro?