Ibrahimovic punge Materazzi: “Non abbastanza bravo, ricorreva a tutti i mezzi”

Ibrahimovic nella sua ultima biografia ha criticato pesantemente Materazzi per il modo che aveva di giocare.

Non è un segreto che tra Zlatan Ibrahimovic e Marco Materazzi non scorra buon sangue. Anche quando militavano entrambi all’Inter non si erano particolarmente simpatici, ma hanno convissuto per il bene della squadra.

Ibrahimovic Materazzi Marco
Zlatan Ibrahimovic e Marco Materazzi (©Getty Images)

Quando il centravanti svedese si è trasferito al Milan e c’è stato il primo derby, è subito riesplosa la rivalità tra loro. È stato Materazzi a commettere il fallo da rigore decisivo su Ibrahimovic, che lo ha realizzato e ha esultato sotto la Curva Nord. Poi nel secondo tempo Zlatan ha fatto un’entrata durissima sul difensore nerazzurro, successivamente finito all’ospedale.


Leggi anche:


Ibrahimovic critica Materazzi nel suo nuovo libro

Ibrahimovic nella sua ultima autobiografia intitolata Adrenalina ha citato anche Materazzi. Questo l’estratto pubblicato oggi dal quotidiano La Stampa: «Entrava per farti male. Aveva una strategia personale per innervosire l’avversario. Quando uno non è abbastanza bravo nel gioco, ricorre a tutti i mezzi per imporsi. Era il suo stile. Ma se certe cose le fai a me, io non le dimentico, perché mi resta qualcosa dentro nel petto che non passa».

Il bomber scandinavo ribadisce da cosa ebbe origine lo scontro avvenuto nel derby Inter-Milan del novembre 2010. Voleva vendicarsi di quanto successo cinque stagioni prima: «Ho aspettato cinque anni per riuscire a beccarlo. Juventus-Inter, 2 ottobre 2005. Riesce a prendermi bene, con un’entrata a due piedi, a forbice. Devo uscire dal campo per farmi medicare. Zoppico. Capello mi vuole sostituire, ma io gli dico “No mister, ce la faccio”. Rientro solo per cercarlo. A questo punto il calcio non c’entra più, per me la partita è già finita. Ma non riesco neppure a camminare per il dolore, Capello se ne accorge e mi fa uscire».