Dal Belgio arriva il dopo Kjaer | Ritorno di fiamma!

La dirigenza rossonera, nelle ultime ore, sembra muoversi verso la Jupiler Pro League per cercare di prelevare il sostituto di Kjaer

Quando ormai tutti i profili interessanti per sostituire Simon Kjaer, infortunatosi gravemente al ginocchio, sembravano delineati, ecco che arriva la bomba lanciata da un giornalista sportivo su Twitter.

Genk
Genk (©LaPresse)

Stefano Pioli, ieri in conferenza stampa, ha ammesso (e anche fatto capire alla società) che in caso di infortunio serio e con tempi di recupero lunghi per Simon Kjaer si sarebbe dovuti intervenire necessariamente sul mercato. Purtroppo si è verificato proprio quanto detto dal tecnico emiliano, ovvero che il difensore danese dovrà rimanere ai box per i prossimi sei mesi e dunque ha terminato in anticipo la stagione.

Si tratta di una perdita davvero importante per la squadra ma soprattutto per la difesa rossonera, che così perde sicurezza e leadership nelle retrovie. Adesso toccherà al solo Tomori prendersi in mano i difensori e diventare il perno centrale del gruppo. Sarà aiutato da Alessio Romagnoli, che almeno fin quando il Milan non troverà un sostituto di Kjaer, tornerà per un periodo titolare con la fascia da capitano al braccio.


Leggi anche:


Il Milan ci ripensa e guarda in Belgio: si segue Lucumì

Stando a quanto riportato e scritto su Twitter dal giornalista sportivo Niccolò Schira, il Milan starebbe attenzionando il colombiano Jhon Lucumì come possibile alternativa a Simon Kjaer. Classe 1998, Lucumì nonostante la giovane età è ormai un perno, un calciatore indispensabile per la squadra squadra, vale a dire il Genk, società nota per i diversi difensori centrali che ha creato e poi mandato nel calcio dei grandi come, ad esempio, Kalidou Koulibaly.

Non è la prima volta che Lucumì viene accostato ai rossoneri. Da almeno un paio di sessioni di mercato infatti la dirigenza del diavolo segue il giocatore nato a Cali, acquistato poi dal Genk nel 2018. Il prezzo del suo cartellino, rispetto ad un anno fa, è rimasto praticamente lo stesso: la cifra che bisogna spendere per provare ad acquistarlo si aggira intorno ai 20 milioni di euro. Durante l’estate era stato cercato anche dall’Atalanta, con esito però negativo. Un fattore a favore del Milan potrebbe essere quello della scadenza del suo contratto, vale a dire il 2023.

Jhon Lucumì: presenze, Nazionale ed esperienza europea

Nonostante si tratti solamente di un 23enne, Jhon Lucumì vanta una rispettabilissima esperienza per partite giocate nel campionato belga. Dopo essere cresciuto nella squadra della sua città natale, vale a dire il Deportivo Cali, è stato acquistato dal Genk nel 2018 per soli 2,5 milioni. Diventato in poco tempo un punto fermo del suo club, in questa stagione ha totalizzato ben 13 presenze (1008 minuti totali disputati) conditi anche da una rete.

Per lui, quest’anno, anche 2 presenze nei preliminari di Champions League, non superati successivamente dal Genk che si è qualificato in Europa League. Qui per Lucumì altre 4 partite giocate. 1 metro e 88 centimetri di forza fisica, il colombiano in tutto è sceso in campo 117 volte col suo club e ha nel curriculum anche 12 partite disputate in Nazionale tra giovanili e prima squadra.