Milan in vetta, ma ora l’Inter soffia forte | Calendari a confronto

Le due milanesi si sono prese la vetta della classifica di Serie A. Ma il calendario sembra premiare i nerazzurri di Inzaghi.

Tra pochi giorni sarà Sant’Ambrogio, festa patronale e cittadina per Milano. Ma già ieri gli appassionati di calcio meneghini hanno potuto festeggiare per il doppio sorpasso delle loro squadre.

Milan
Il Milan a S.Siro (Getty Images)

Milan e Inter tornano a comandare la classifica di Serie A. Complice lo stop del Napoli, sconfitto in casa dall’outsider Atalanta. I rossoneri, battendo la Salernitana sono tornati in vetta, a quota 38 punti.

Ma occhio anche ai rivali nerazzurri. Prova di forza in casa della Roma e sorpasso ai campani: 37 i punti per la squadra di Simone Inzaghi, che secondo la Gazzetta dello Sport ha qualcosa in più delle altre contendenti.


Leggi anche:


Inter, calendario più facile. Ma il Milan è tornato a convincere

La volata per il titolo di campione d’inverno diventa molto allettante. In testa quattro squadre sono racchiuse in quattro punti, visto che il Napoli è sempre lì vivo e vitale con 36 punti. Mentre a quota 34 si attesta un’Atalanta che ora crede all’obiettivo grosso.

Le previsioni, sulla carta, dicono Inter. I campioni in carica stanno inanellando una serie di risultati molto positivi, prestazioni brillanti e hanno già in tasca la qualificazione agli ottavi di Champions League. Il calendario, inoltre, sembra essere molto favorevole.

L’Inter affronterà, dopo la sfida ‘passerella’ al Real Madrid, tre gare alla portata: Cagliari e Torino in casa e Salernitana in trasferta. Sfide che possono nascondere insidie ma che non spaventano di certo Lautaro e compagni.

Più complesso il cammino del Milan fino alla sosta natalizia. I rossoneri martedì dovranno dare tutto contro il Liverpool per continuare il percorso europeo. Poi le trasferte di Udine ed Empoli, in mezzo lo scontro diretto col Napoli a San Siro. Servirà il miglior Milan di Pioli per restare in vetta fino a fine 2021.

Senza dimenticare le varianti. Milan e Napoli sono falcidiate dagli infortuni muscolari e traumatici. L’Inter invece gode di una rosa al momento senza defezioni, ampia e in ottima forma. Poi scatterà a gennaio la Coppa d’Africa: il Milan perderà Kessie e Bennacer per questa competizione, i nerazzurri praticamente nessuno. Le previsioni dicono Inter, ma solo il campo darà le risposte adeguate.