Milan agli ottavi di Champions: in un caso decisivi i… cartellini

Nelle diverse combinazioni del Milan ce n’è una particolare ma che potrebbe essere decisiva ai fini della qualificazione in Europa League

La partita di questa sera contro il Liverpool sarà determinante per capire le sorti europee del Milan, ma non tutto dipenderà dai rossoneri. Occhio infatti a quello che succederà in Porto-Atletico Madrid.

Milan Champions League
Milan Champions League (©LaPresse)

Le combinazioni sono tante, sia per qualificarsi al secondo posto che al terzo. Quest’ultima opzione significherebbe approdare in Europa League. Per sperare nella qualificazione agli ottavi di Champions il Milan deve vincere assolutamente e sperare in un pareggio nell’altra gara del girone, oppure una vittoria con poco scarto dell’Atletico Madrid (per ora, la differenza reti premia i rossoneri).


Leggi anche:


E se perdono sia Milan che Atletico? Ecco cosa succede: occhio ai cartellini!

In caso di sconfitta di Milan e Atletico Madrid, bisognerebbe comunque tener conto della differenza reti per decretare la squadra che andrebbe a issarsi in terza posizione, che vuol dire Europa League. Ma c’è un caso particolare che potrebbe aprire scenari completamente diversi.

Se il Milan dovesse perdere con il risultato di 1-3, e l’Atletico per 2-3 con il Porto, le cose cambierebbero. Il motivo? Eccolo spiegato.

CLASSIFICA IN CASO DI SCONFITTA 1-3 DEL MILAN E 2-3 DELL’ATLETICO:

3. Milan (4 punti, differenza reti -4, gol fatti 6, gol subiti 10)

4. Atletico (4 punti, differenza reti -4, gol fatti 6, gol subiti 10)

Come potete notare i dati della classifica sarebbero tutti uguali tra le due squadre. A questo punto, il regolamento della Champions spiega che bisogna decidere in base ad una classifica speciale riguardante i cartellini ricevuti. Alla vigilia dell’ultima giornata, secondo le statistiche di Transfermarkt,  il Milan è avanti rispetto all’Atletico nel conteggio dei cartellini (per farci intendere, è stato meno cattivo della squadra di Simeone) e passerebbe così in Europa League con gli spagnoli che arriverebbero ultimi nel raggruppamento. Certo, si tratta di un evento molto raro, ma questa edizione della Champions ci ha insegnato che davvero nulla è impossibile.