Priorità al difensore: la scelta di Maldini e Massara

Il Milan a gennaio acquisterà un nuovo difensore per sostituire Simon Kjaer, che purtroppo ha chiuso anticipatamente la stagione. Tanti i nomi sul tavolo di Massara e Maldini

L’eliminazione dalla Champions League brucia ancora tanto ma Stefano Pioli e i suoi calciatori sono già concentrati al match di sabato contro l’Udinese. Testa bassa e pedalare: il Milan deve stringere i denti e provare a portare a casa il maggior numero di punti possibili.

Massara-Maldini-Gazidis
Massara-Maldini-Gazidis (©LaPresse)

L’emergenza infortuni sta continuando ma col nuovo anno si spera che le cose possano cambiare. Dopo i friulani ci sarà la sfida al Napoli e poi all’Empoli, il 22 dicembre. Con i toscani, dunque, andrà in archivio il 2021. Chiuderlo in testa alla classifica sarebbe un segnale importante in vista del girone di ritorno.

Si ritornerà in campo, poi, il 6 gennaio, quando a San Siro arriverà la Roma di Mourinho. Con il nuovo anno sarà possibile, inoltre, intervenire sul calciomercato. Stefano Pioli, in conferenza, ha parlato più che chiaro: la società si farà trovare pronta per l’acquisto di un nuovo centrale.

La stagione di Simon Kjaer è già finita e inevitabilmente si interverrà per aggiungere in rosa un difensore che possa affiancare Fikayo Tomori e Alessio Romagnoli. Serve un titolare, che si possa sposare bene con i giocatori già presenti.


Leggi anche:


Tutti i nomi

Ad oggi non sembra ancora esserci un obiettivo primario. Maldini e Massara stanno sondando il mercato e i nomi sul tavolo sono ancora diversi.

La Gazzetta dello Sport, in edicola stamani, punta sul profilo giovane: così sul taccuino dei dirigenti rossoneri ci sarebbero Benoit Badiashile, calciatore francese classe 2001 del Monaco, e Becir Omeragic, svizzero 19enne in forza alla Zurigo.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, invece, il nome in cima alla lista sarebbe quello di Milenkovic della Fiorentina. Giocatore che tanto bene conosce Pioli per averlo allenato in passato. Piacciono, inoltre, anche Christensen e Sarr del Chelsea.

Tanti nomi dunque, senza dimenticare Bremer del Torino e Botman del Lille: più o meno giovani per un Milan che non può sbagliare l’acquisto di chi sarà chiamato a prendere un’eredità pesante.