Milan, retroscena: doppietta all’Atalanta, Leonardo lo voleva in rossonero

Il calciatore del Villarreal, che ha eliminato di fatto l’Atalanta dalla Champions, era stato vicinissimo al Milan quasi 3 anni fa.

Non solo il Milan. Anche un’altra italiana ha dovuto inevitabilmente dire addio al cammino in Champions League per questa stagione dopo l’ultima giornata.

Villarreal
Il Villarreal (©LaPresse)

L’Atalanta è crollata nello scontro diretto con il Villarreal. Nel primo tempo gli spagnoli hanno letteralmente frantumato le resistenze nerazzurre, con un passivo di 0-3 pesantissimo dopo 45 minuti.

Il vero mattatore di serata è stato l’olandese Arnaut Danjuma. L’uomo del momento, che ha cominciato a far parlare di sé in Europa a suon di gol e ottime prestazioni.


Leggi anche:


Il tentativo di Leonardo

Danjuma sta dunque diventando un nome forte nel panorama calcistico internazionale. Ma c’è chi da tempo conosce le sue qualità tecniche eccellenti e le capacità di essere decisivo sotto porta.

Ad esempio la dirigenza del Milan. Infatti il club rossonero conosce molto bene Danjuma, avendo trattato il suo ingaggio quasi tre anni fa, nella sessione di mercato invernale del gennaio 2019.

Un retroscena che riguarda in primo luogo Leonardo, allora direttore generale del Milan. Il brasiliano, dopo aver chiuso per gli acquisti invernali di Paquetà e Piatek, sembrava pronto ad investire 10 milioni di euro per strappare Danjuma dal Club Bruges. Un affare che molti organi di stampa davano per fatto.

Ma furono due i motivi del mancato acquisto. In primis le condizioni fisiche di Danjuma, all’epoca infortunato e assente dai campi dall’ottobre precedente. Ma anche le resistenze del Bruges, che considerò non abbastanza i 10 milioni proposti dal Milan.

I rossoneri decisero di abbandonare la pista e riprovarci a giugno, quando l’olandese avrebbe recuperato forma e condizione. Ma col cambio di allenatore (da Gattuso a Giampaolo) e di modulo, il Milan dovette modificare le priorità sul mercato. Danjuma uscì di fatto dalle mire rossonere e furono gli inglesi del Bournemouth ad accaparrarselo per 16 milioni di euro. Successivamente arrivò la chiamata del Villarreal, pronto a spendere ben 23,5 milioni per portarlo in Liga.