Ibrahimovic presenta il suo libro: “Adrenalina significa tutto, anche scudetto col Milan”

Le parole di Zlatan Ibrahimovic e delle personalità ospiti alla presentazione del libro “Adrenalina”. Per lo svedese lo scudetto è un pensiero fisso…

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Twitter Ibrahimovic)

È da poco andata in scena la presentazione del libro “Adrenalina”, biografia della vita e della carriera di Zlatan Ibrahimovic. L’evento si è svolto in Triennale a Milano, e oltre ad Ibra sono stati presenti Fabio Capello, Adriano Galliani ed Urbano Cairo (editore del libro).

In collegamento telefonico, invece, sono intervenuti Stefano Pioli e Silvio Berlusconi. Insomma, Zlatan ha presentato il manoscritto della sua vita alla presenza delle personalità più importanti per lui e che gli hanno permesso di essere e diventare quello che è oggi.

“Ho paura di smettere ma per continuare a giocare serve soprattutto la testa, la mentalità” ha dichiarato Ibrahimovic durante la presentazione. Perché essere come gli altri quando puoi essere il migliore? Adrenalina per me è tutto, anche pensare di poter fare gli stessi gol di Messi e Ronaldo. Adrenalina vuol dire che mi brucia dentro non aver vinto ieri” ha spiegato Zlatan, facendo riferimento al pareggio contro l’Udinese di sabato sera.

Quando sono arrivato al Milan era difficile, però poi abbiamo messo insieme il gruppo. Tutti hanno compreso cosa serve per arrivare a raggiungere gli obiettivi: sacrificio, correre. Abbiamo creato un’atmosfera più che top. Il Milan ha uno staff fantastico, ho avuto tanti allenatori con staff differenti. Pioli e il suo staff sono top, il gruppo va verso lo stesso obiettivo. Purtroppo ieri non abbiamo vinto, se facevo due gol vincevamo”.

Per lo svedese lo scudetto è un pensiero fisso: “Adrenalina vuol dire anche scudetto? Sicuro, sicuro. Il pallone d’oro non l’ho vinto ma non mi serve per pensare che sono il più forte di tutti”.


Leggi anche:


Le parole di Galliani e Berlusconi

Adriano Galliani, lo storico dirigente che ha portato Ibrahimovic al Milan nel 2010, è intervenuto durante l’evento spiegando cosa rappresenta per lui Zlatan:

Zlatan non è solo campione nel calcio ma anche nella vita. Ha segnato 505 gol, l’ultimo ieri. È incredibile. Mi ricordo con commozione quando indossò per la prima volta la maglia del Milan. L’ho rivisto in Sardegna, non è pago: gli auguro di avere successo e sono sicuro che riuscirà a raggiungere tutti i traguardi. Zlatan sei un campione ti vogliamo tanto bene.

Infine, le parole del Presidentissimo ex Milan, Silvio Berlusconi:

Sono stato al Milan 31 anni, 8 palloni d’oro, giocatori immensi, abbiamo vinto tutto. Van Basten per me era la Madonna ma nessuno ha mai avuto la forza mentale di Ibra. Lui è un boss, ha adrenalina dentro. Se qualcuno dei compagni non fa bene, lui lo attacca al muro in senso letterale”. E Capello lo spalleggia: “Lui non accetta il fatto che qualcuno che gioca con lui non dia il massimo”. 150 copie del libro autografate verranno regalate ai bambini negli ospedali.