Il Milan corre ai ripari: svolta a centrocampo

Il Milan potrebbe decidere di correre ai ripari a gennaio. Un nuovo centrocampista potrebbe far sicuramente comodo a Stefano Pioli viste le partenze di Bennacer e Kessie

Dopo la partita di ieri, contro l’Udinese, le attenzioni di tutto il mondo Milan sono puntate sul centrocampo e in particolar modo su Tiemoué Bakayoko. Il centrocampista francese – insieme a Ismael Bennacer – è stato protagonista, in negativo, in occasione del gol di Beto.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Per il classe 1994, voluto fortemente dalla dirigenza in estate, è l’ennesima partita sbagliata da inizio stagione. Stefano Pioli gli ha concesso tanto minutaggio nelle ultime partite. E’ stato così schierato titolare contro Sassuolo, Salernitana e Udinese: sia ieri contro i bianconeri che con i neroverdi sono arrivati decisivi. Contro i campani un’ammonizione ingenua, che ha spinto il mister a lasciarlo negli spogliatoi, come nelle altre due circostanze.

A breve sia Ismael Bennacer che Franck Kessie saranno chiamati a giocare la Coppa d’Africa e il Milan potrà contare solamente su Bakayoko e Sandro Tonali.

Il francese è davvero pronto ad avere sulle spalle, insieme all’italiano, il centrocampo del Milan? Se lo stanno chiedendo in molti e le prestazioni messe in campo lasciano più di un dubbio.


Leggi anche:


Doppia pista

Maldini e Massara potrebbero così decidere di correre ai ripari già durante il mercato di gennaio. Potrebbero forzare la mano per portare subito a Milanello Adli, dal Bordeaux. Va chiaramente trovato un accordo col club francese, al quale potrebbe andare un indennizzo per liberarlo subito.

Ma attenzione anche alla pista Tommaso Pobega, che al Torino sta dimostrando di essere pronto al grande salto di qualità. E’ di proprietà del Milan: forse oggi a Pioli serve più un giocatore come lui che Bremer.