Pioli riabbraccia un big: pronto per il Napoli

Già da oggi il Milan di Pioli è chiamato a preparare la sfida contro il Napoli. Stefano Pioli spera di recuperare una pedina importante. Il punto sugli infortunati

Scelte sbagliate, stanchezza ma anche tante assenze. Il Milan di Stefano Pioli, dopo il ko contro il Liverpool, che ha portato all’eliminazione in Champions League, si è fermato a Udine. I friulani, in vantaggio per un gol di Beto, al diciassettesimo, sono stati raggiunti solamente nei secondi finali dal solito Zlatan Ibrahimovic.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Il Milan è ancora una volta aggrappato al suo leader. Lo svedese a 40 anni è chiamato a tirare la carretta per tenere a galla i rossoneri in un momento davvero complicato. Le assenze sono davvero parecchie e Ibrahimovic è così costretto a fare gli straordinari.

Il problema infortuni in casa Milan deve essere studiato e analizzato: è evidente che la stagione è pesantemente condizionata dalle troppe assenze.

Anche ieri sera Stefano Pioli ha dovuto fare a meno di mezza squadra. Soprattutto in avanti non ci sono alternative: Ante Rebic – a parte la parentesi nel derby – non vede il campo da tanto, troppo tempo. Il croato tornerà a disposizione solamente nel nuovo anno, al pari di Davide Calabria.

Il terzino italiano si è fermato nel corso dell’ultima pausa per le Nazionali. Uno stop pesante che ha privato il mister di un titolare.

Rafael Leao, invece, si è infortunato nel corso del match contro la Salernitana, saltando il Liverpool. Il rischio che anche per lui il 2021 sia finito è davvero molto concreto. Contro i campani stop – l’ennesimo della stagione – per Pietro Pellegri, che si rivedrà nel 2022. Stagione finita, come è noto, per Simon Kjaer.


Leggi anche:


E’ pronto a tornare

Chi è pronto a tornare a dare una mano importante in questo finire di 2021 è Olivier Giroud. Da Milanello erano arrivate sensazioni positive già nei giorni scorsi, ieri la conferma di Pioli. L’attaccante francese, fermatosi contro l’Atletico Madrid, lo scorso 24 novembre, è pronto a rientrare a lavorare in gruppo. Lo farà questa settimana (chissà che non accada già oggi)

Contro il Napoli, dunque, salvo complicazioni, darà una mano importante alla squadra, che ha bisogno della sua esperienza, della sua fisicità e soprattutto dei suoi gol.