Kessie-Romagnoli al bivio rinnovo | Scadenze comuni, destini diversi

Le ultime sul futuro dei due calciatori del Milan con il contratto in scadenza a fine stagione, ovvero il capitano e lo stacanovista.

Entro la fine della stagione il Milan vuole risolvere due questioni impellenti, relative ad altrettanti calciatori di rilievo della propria rosa attuale.

Kessie e Romagnoli
Kessie e Romagnoli (©LaPresse)

Ovvero le situazioni contrattuali del capitano Alessio Romagnoli e del centrocampista Franck Kessie. Loro due, assieme a Ibrahimovic, sono i calciatori con l’accordo in scadenza al 30 giugno prossimo.

Se il rinnovo di Ibra si valuterà con calma, visti anche i 40 anni già compiuti, il Milan vuole affrettarsi per valutare tutte le soluzioni con gli altri due elementi. I quali sembrano voler prendere decisioni distinte.


Leggi anche:


Romagnoli vuole restare al Milan. Kessie sempre più in bilico

L’edizione odierna de Il Giorno ha fatto il punto sulle due situazioni. Che hanno in comune per l’appunto la scadenza naturale del contratto con il Milan, ma non i destini e le volontà future.

Alessio Romagnoli ha fatto intendere più volte di voler restare al Milan ancora a lungo. Il difensore è rientrato nei piani di mister Pioli e si sente parte integrante della squadra. L’unico cruccio è la questione economica, visto che Romagnoli percepisce 5 milioni netti a stagione.

Troppi per le casse del Milan, che sta lavorando ad un rinnovo a ribasso, persino con l’ok dell’agente Mino Raiola. L’idea è di provare a chiudere con un ingaggio da 3,5 milioni all’anno, cifra che potrebbe accontentare un Romagnoli motivato nel continuare la sua avventura rossonera con la fascia al braccio.

Se Romagnoli si avvicina al rinnovo, Kessie pare allontanarsi definitivamente. Fase di pieno stallo nelle trattative fra il Milan e l’agente George Atangana, il quale continua a pretendere cifre altissime per firmare: richiesta da almeno 8-9 milioni annui.

Il Milan non scende a compromessi e non intende offrire più di 5-6 milioni bonus compresi. Con questi termini e senza un cambio di rotta, Kessie è destinato a dire addio al termine del campionato, dirigendosi evidentemente in un club che potrà accontentare le sue esagerate esigenze economiche.