Milan, da Roma il regalo per lo scudetto

Brilla il talento di Luis Alberto. Lo spagnolo ieri è stato protagonista di uno splendido assist, dopo aver iniziato dalla panchina. Il Milan lo osserva ma…

Sono bastati poco meno di mezzora di gioco per mostrare a tutti la sua classe. Anche ieri Luis Alberto è partito dalla panchina. Maurizio Sarri gli ha concesso solamente gli ultimi minuti del match contro il Genoa. Minuti in cui lo spagnolo è riuscito a salire in cattedra, con due assist. Il primo su azione da corner per la testa di Acerbi; il secondo, invece, è stato un esterno destro al volo, con cui ha lanciato in porta Zaccagni.

Luis Alberto
Luis Alberto (©LaPresse)

Un passaggio dall’altissimo grado di difficoltà, che ha scatenato i tifosi, di ogni squadra, sul web. La classe di Luis Alberto non si discute ma qualcosa con Maurizio Sarri non sta funzionando.

Il classe 1992, blindato da un lungo contratto fino al 30 giugno 2025, ha più volte fatto intendere di essere pronto a cambiare aria. I mal di pancia negli ultimi mesi non sono di certo mancati.

Luis Alberto è stato più volte accostato al Milan. Con l’addio di Calhanoglu, un calciatore dalla classe dello spagnolo servirebbe davvero tanto. Sarebbe l’innesto perfetto per dare l’assalto allo Scudetto.


Leggi anche:


Idea complicata

Ma appare destinato a rimanere solo una suggestione. Come detto, Luis Alberto ha un contratto lungo e Claudio Lotito difficilmente deciderà di privarsene per meno di 30 milioni di euro. Una cifra importante, forse troppo, per un calciatore che il prossimo 28 settembre compirà 30 anni.

Servirebbe trovare l’incastro giusto, magari uno scambio con dei calciatori di gradimento a Sarri ma anche in questo caso si fatica a capire chi possa davvero rientrare nell’affare. Luis Alberto è dunque destinato a rimanere solo un’idea, a meno che Lotito non decida di abbassare le proprie pretese economiche.