Milan super contro le grandi | Ma Pioli deve sconfiggere il tabù Spalletti

Il Milan ha un ottimo trend contro le rivali di alta classifica. Ma Pioli non vanta gli stessi risultati nei duelli con il suo contendente.

Il Milan questa sera dovrà comportarsi… da Milan! La squadra rossonera nella stagione in corso si è sempre battuta bene nei cosiddetti scontri diretti.

Spalletti e Pioli
Spalletti e Pioli (©Getty Images)

Come scrive il Corriere della Sera, la squadra di Stefano Pioli non è al secondo posto per caso. Contano infatti i punti strappati alle rivali in questa prima parte di stagione.

Vittorie nette contro Atalanta e Roma (entrambe in trasferta), il 2-0 casalingo contro la Lazio ed i pareggi da non buttare contro la Juventus e la capolista Inter.

Il Milan è dunque imbattuto contro le ‘grandi’. Un trend che andrà proseguito questa sera, contro un Napoli falcidiato dalle indisponibilità ma sempre molto pericoloso grazie al lavoro del suo allenatore.


Leggi anche:


Pioli mai vittorioso contro Spalletti: il dato

Ottimismo dunque per Pioli, ma se si guardano i precedenti in panchina contro Luciano Spalletti, non potrà dormire certo sonni tranquilli. La Gazzetta dello Sport ha ricordato oggi come il tecnico emiliano non abbia mai sconfitto in carriera il rivale toscano.

Sono otto i precedenti in campionato tra Pioli e Spalletti andati in scena finora. L’attuale mister del Napoli ha un trend molto positivo: 6 vittorie e due pareggi. La prima volta fu nel lontano 2006, una mazzata per il tecnico milanista. Pioli guidava il Parma e fu umiliato in casa dalla Roma spallettiana con uno 0-4 letale.

Mentre l’ultimo incrocio in Serie A tra i due suddetti personaggi risale al 2019, quando il toscano allenava l’Inter e impattò per 3-3 contro la Fiorentina di Pioli. A questi precedenti vanno aggiunte anche una vittoria ed un pareggio (sempre in favore di Spalletti) in Coppa Italia.

Spalletti ha anche una tradizione recente molto fortunata contro il Milan. Il ‘vate’ di Certaldo è imbattuto anche nelle ultime 13 sfide da allenatore in Serie A contro i rossoneri. L’ultimo k.o. arrivò nel maggio 2006 (Milan-Roma 2-1, ultima giornata di campionato prima di Calciopoli).