Milan, doppio affare in Francia: l’attaccante arriva gratis

Non solo il difensore centrale. Il Milan si farà trovare pronto quando si aprirà il calciomercato di gennaio, anche qualora dovesse presentarsi la possibilità di acquistare un calciatore che possa rafforzare il pacchetto offensivo.

Come ampiamente detto, la priorità resta il sostituto di Simon Kjaer, che ha chiuso anticipatamente la sua stagione. Serve un calciatore pronto, che possa, fin da subito, dare una mano a Fikayo Tomori e Alessio Romagnoli.

Gazidis-Maldini-Massara
Gazidis-Maldini-Massara (©LaPresse)

I profili seguiti dal Diavolo sono noti: l’obiettivo numero uno rimane Sven Botman ma va convinto il Lille. I rossoneri non vorrebbero andare oltre il prestito con diritto di riscatto. Formula poco gradita ai francesi che valutano il classe 2000 sui 30 milioni di euro.

La concorrenza inglese – con il Newcastle pronto a far sul serio con un’offerta ufficiale – non aiuta di certo. Ecco perché il Milan è chiamato a guardare anche ad altri profili, più facili da raggiungere.

Come detto il difensore potrebbe non essere l’unico colpo che Maldini e Massara metteranno a segno.


Leggi anche:


Occhi in Francia per l’attaccante

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di un incontro a Casa Milan tra la dirigenza rossonera e l’agenzia MDC Advisors, che ha la procura di diversi calciatori. Tra questi c’è anche Saidou Sow. Si tratta di un difensore 19enne, con un contratto in scadenza nel 2026, in forza al Saint’Etienne. Un profilo seguito dal Milan ma nulla di più: al momento non sembra ritenuto pronto per occupare un ruolo importante, come quello del dopo Kjaer.

Sicuramente più pronto è Randal Kolo Muani. Attaccante del Nantes, che vedrà scadere il proprio accordo il prossimo 30 giugno. Il giocatore francese, seguito da tempo dai rossoneri, piace e potrebbe essere il prescelto per rafforzare l’attacco.

Il classe 1998, in Ligue 1 ha giocato 17 partite, segnando sei gol e facendo tre assist. E’ stato impegnato soprattutto al centro dell’attacco ma anche sulla destra. L’idea Muani, non nuovo, trova così conferme stamani su La Gazzetta dello Sport.