Milan, suggestione impossibile: “Cessione a gennaio non esiste”

Il direttore tecnico del club di Serie A ha escluso con ogni probabilità la cessione del giocatore a gennaio. Il Milan dovrà farsene una ragione…

Nella giornata di oggi, ma come circolato negli scorsi giorni, è stata lanciata una particolare indiscrezione di mercato. Ovvero che il Milan fosse concretamente interessato all’attaccante. Qualche minuto fa, però, è stata smentita la possibilità di cessione del giocatore a gennaio.

Maldini, Gazidis Massara
Maldini, Gazidis Massara (©LaPresse)

Parliamo di Beto Betuncal, che secondo il Corriere dello Sport è un profilo assolutamente gradito alla dirigenza milanista. Il quotidiano sportivo ha raccontato nella sua edizione odierna come Paolo Maldini e Frederic Massara possano arrivare a farsi avanti per il portoghese già a gennaio.

Si sa, il reparto d’attacco rossonero non da chissà quali certezze. Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud hanno ormai una certa età, e i diversi problemi fisici pongono grosse incognite sulla loro resa nel tempo. Stesso discorso, se non peggio, vale per Pietro Pellegri. Nonostante sia tanto giovane, ha sempre sofferto di problemi fisici e muscolari.

Ecco quindi che il Milan ha cominciato a guardarsi intorno, e gli occhi sono caduti proprio su Beto Betuncal. Forte fisicamente e con un gran fiuto del gol potrebbe rappresentare il perfetto innesto dell’attacco rossonero. Ma, gli ostacoli sono plurimi!

Dal costo del cartellino, circa 15 milioni di euro, al fatto che l’Udinese non ha ancora riscattato il portoghese dal Portimonense. L’obbligo di riscatto dovrà essere attuato solo in estate. E in realtà, il primo ostacolo a Beto è proprio l’Udinese.


Leggi anche:


Marino: “Mai mosso giocatori importanti a gennaio”

Il direttore tecnico dell’Udinese, Pierpaolo Marino è stato chiarissimo. Intervistato ai microfoni di Radio Sportiva non ha esitato ad annullare qualsiasi speranza di cessione di Beto a gennaio. Le sue parole per il media radiofonico:

“Sappiamo bene che Beto ha impattato alla grande con la Serie A e che ha caratteristiche che lo rendono adatto al campionato italiano. Noi lo abbiamo comprato per 7 milioni e per adesso ci sta ripagando, fare valutazioni esagerate ed esaltarsi col rischio di imbrodarsi è assolutamente fuori luogo. A gennaio non esiste affatto una sua cessione. La famiglia Pozzo non ci ha mai fatto muovere i giocatori importanti a gennaio”.