Milan, gli acquisti di gennaio dal 2011: i sei che hanno inciso di più

Nell’ultimo decennio, il Milan, tranne che in un’occasione ha sempre acquistato nuovi rinforzi nel mercato di gennaio. La maggior parte degli acquisti non ha lasciato il segno ma non manca qualche eccezione 

Una nuova sessione di mercato al via per il Milan e gli altri club di Serie A. Dal 3 gennaio fino alla fine del mese, vedremo se l’attuale organico rossonero cambierà negli effettivi in entrata e in uscita.

Mario Balotelli
Mario Balotelli (Ansa Foto)

Al momento, l’unico obiettivo della dirigenza sembra essere quello dell’acquisto di un difensore centrale che possa sopperire all’assenza, per tutta la stagione, di Simon Kjaer. Difficili altri movimenti in ulteriori reparti, anche se come insegna il mercato, le sorprese possono esserci sempre. Attenzione a Kessie. Dal 1 gennaio, infatti, il centrocampista ivoriano attualmente impegnato in Coppa d’Africa, può accordarsi con altre squadre in vista della prossima stagione in caso di mancato rinnovo.

Dall’annata dell’ultimo Scudetto alla scorsa sessione, il Milan ha sempre operato sul mercato di gennaio sia in entrata che in uscita. Nella maggior parte dei casi, i nuovi innesti non hanno inciso sul prosieguo della stagione ma non sono mancate le eccezioni.


Leggi anche


Milan, tutti gli acquisti nel mercato di gennaio dal 2011

Di seguito, vi riportiamo tutti gli acquisti conclusi dal Milan nel mercato di riparazione nell’ultimo decennio. Dalla stagione Scudetto con Allegri a Pioli, passando per Inzaghi, Montella, Mihajlovic e Gattuso sono stati 30 i nuovi arrivi in rossoneri a gennaio. Eccoli.

2010/11: Cassano; Didac Vila; Legrottaglie; Van Bommel

2011/12: Maxi Lopez; Mesbah; Muntari;

2012/13: Balotelli;

2013/14: Rami; Essien; Taarabt; Honda

2014/15: Destro; Cerci; Suso; Paletta; Bocchetti; Antonelli

2015/16: Boateng

2016/17: Deulofeu; Ocampos; Storari

2017/18: /

2018/19: Piatek; Paqueta

2019/20: Ibrahimovic, Kjaer, Saelemaekers; Begovic

2020/21: Mandzukic; Tomori; Meite

tomori
Tomori (©LaPresse)

Sui 30 nuovi acquisti, ne abbiamo selezionati 6 dei migliori considerando coloro che hanno maggiormente contribuito al raggiungimento degli obiettivi della squadra.

Cominciamo da Van Bommel arrivato nel 2011 dal Bayern Monaco e titolare nella seconda parte della stagione Scudetto con Allegri che lo ha preferito a Pirlo. Mario Balotelli, con i suoi gol, ha contribuito nel 2013 alla grande rimonta che ha permesso ai rossoneri di raggiungere il terzo posto e l’ultima qualificazione in Champions prima di n digiuno lungo sette anni.

Il ritorno nelle coppe europee del Milan è arrivato nella stagione 2016-17 con Montella in panchina. Decisivo l’apporto di Deulofeu. Sei mesi da protagonista per l’attaccante spagnolo che ha lasciato un bel ricordo nella tifoseria. Completano la nostra top 6, Ibrahimovic, Kjaer e Tomori, protagonisti indiscussi con Pioli nelle ultime due annate.

Merita una menzione Taarabt, unica nota positiva nei mesi con Seedorf in panchina. Quattro mesi illusori quelli di Piatek con qualche gol da ricordare prima dell’addio arrivato appena un anno dopo il suo approdo in rossonero.