Milan, incredibile retroscena: “Sfumato scambio fra Bomber con l’Inter”

Arriva un’indiscrezione riguardante un’operazione di calciomercato che non è andata in porto tra i due club milanesi.

Sono ormai lontani i tempi in cui Milan e Inter effettuavano scambi, per ragioni tecnico-tattiche o di bilancio. Adesso è difficile che ci siano affari tra i due club, anche se non sono mancati rumors su operazioni saltate.

Maldini Paolo
Maldini Paolo, direttore tecnico del Milan (foto ©LaPresse)

Basti pensare a quando Antonio Conte voleva fortemente Franck Kessie e il club nerazzurro provò a offrire uno scambio con Matias Vecino o con Matteo Politano. Dalla sponda rossonera del Naviglio arrivò un secco rifiuto. Un trasferimento avvenuto di recente c’è stato, ma a parametro zero: quello è di Hakan Calhanoglu.


Leggi anche:


Icardi al Milan, Piatek all’Inter: cosa è successo nell’estate 2019

Alessandro Jacobone, co-fondatore di Radio Rossonera e opinionista su Sportitalia, in un’intervista concessa a Calciomercato.it ha confermato un rumor che era circolato su un altro scambio sfumato: Krzysztof Piatek all’Inter e Mauro Icardi al Milan. Nell’estate 2019 se ne parlò, ma poi non si è concretizzato l’affare:

Non ci fu il tempo per portare a termine tutto. Un’operazione del genere avrebbe necessitato di maggiore tempo per trovare un lieto fine.

Fu la stessa Wanda Nara, moglie e agente di Icardi, a raccontare che dei contatti con il Milan c’erano stati. Quelle dichiarazioni fecero intendere chiaramente che era vero che si era parlato di uno scambio con Piatek, poi sfumato. Com’è noto, l’attaccante argentino è poi finito al Paris Saint Germain e nella prima stagione ha fatto così bene da essere riscattato. Adesso, però, sembra fuori dai piani di Mauricio Pochettino e potrebbe lasciare Parigi. La Juventus ci sta pensando.

Krzysztof Piatek

Per quanto riguarda Piatek, la sua permanenza al Milan durò fino a gennaio 2020. Il centravanti polacco non riuscì a replicare il rendimento incredibile della stagione precedente e di conseguenza la società rossonera ha preferito accettare l’offerta arrivata dall’Hertha Berlino per cederlo a titolo definitivo.

Piatek era stato un grande colpo milanista nel gennaio 2019, assieme a Lucas Paquetà. Entrambi sembravano destinati a scrivere belle pagine della storia del club, invece le cose sono andate diversamente. Al brasiliano cresciuto nel Flamengo è andata meglio, dato che a Lione si è decisamente rilanciato. Invece l’ex Genoa in Bundesliga non ha segnato a raffica come sperava e ha anche avuto dei problemi fisici ad ostacolarlo.