Covid, il Consiglio di Lega si è riunito: la decisione sulla 20^ giornata

Il Covid-19 sta letteralmente mandando a rotoli la ventesima giornata del campionato di Serie A: decisione presa dal Consiglio

Continua a peggiorare la situazione sanitaria in Italia e di conseguenza anche quella della Serie A, a causa del virus Covid-19 che continua a circolare con insistenza. C’è stata una riunione d’emergenza.

Serie A
Serie A

Il Consiglio della Lega Serie A si è riunito pochi minuti fa a seguito delle tante partite che non si giocheranno perché sono ormai tantissime le ASL locali che stanno impedendo ai club di scendere in campo domani. Clamoroso il caso del Napoli che, già sbarcato a Torino, ha scoperto che la propria azienda sanitaria ha messo in quarantena Zielinski, Lobotka e Rrahmani, che però erano sull’aereo!

Juventus-Napoli è però al momento ancora confermata. Non si giocheranno invece Bologna-Inter, Atalanta-Torino, Fiorentina-Udinese, Salernitana-Venezia. Il Consiglio ha fatto intendere che nessuna gara di questa 20^ giornata è stata formalmente rinviata: la squadra che non è stata bloccata dovrà comunque scendere in campo ed avrà la vittoria della gara a tavolino dopo 45 minuti. Dopodiché comincerà, inevitabilmente, i valzer dei ricorsi per i club che non hanno avuto la possibilità materiale di giocare.


Leggi anche:


Serie A, cosa è successo nelle ultime ore: Asl protagoniste!

Ha davvero del clamoroso quanto accaduto in queste ultime ore. I contagi in Serie A continuano ad aumentare e la formazione di focolai sono inevitabili. Protagoniste assolute di questa ventesima giornata di campionato, la prima del nuovo anno, sono certamente le Asl. E’ ormai risaputo, ad esempio, che la Salernitana non potrà scendere in campo all’Arechi contro il Venezia perché bloccata dalla propria azienda sanitaria che ne impedisce ogni tipo di spostamento.

In serata anche al Torino è stato vietato lo spostamento in direzione Bergamo, dove avrebbe dovuto affrontare l’Atalanta, che a sua volta ha riscontrato due nuove positività (Musso e Palomino) nel gruppo-squadra. Stessa sorte per l’Udinese: l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale ha disposto una quarantena per tutto il gruppo, dal 5 al 9 gennaio.

Nel frattempo il Verona è riuscito a partire per La Spezia dopo il via libera dalla propria Asl nonostante anche qui ci siano numerosi casi Covid. La ciliegina sulla torta di una giornata a dir poco movimentata è arrivata da Torino, questa volta sponda azzurra: il Napoli ha ricevuto il via libera per partire, domani c’è il big match contro la Juventus all’insegna delle assenze. Arrivati però all’aeroporto del capoluogo piemontese, sono stati bloccati Zielinski, Rrahmani e Lobotka che non hanno ancora ricevuto la terza dose di vaccino e sono stati a contatto con positivi.