Affondo Milan: il difensore ora è un’urgenza

Il tempo appare praticamente scaduto: il nuovo colpo in difesa per il Milan serve in fretta. Il Covid-19 sta decimando le rose e il rischio di rimanere scoperti nel ruolo è concreto

Sono momenti complicati in casa Milan. Stefano Pioli e il suo staff sono alle prese con una nuova emergenza. Nemmeno il tempo di gioire per i recuperi di Zlatan Ibrahimovic, Rafael Leao e Ante Rebic, che il tecnico rossonero si è visto decimare dal Covid-19.

Maldini-Massara-Gazidis
Maldini-Massara-Gazidis (©LaPresse)

In attesa di capire, dalla lista dei convocati, chi potrebbero essere i calciatori positivi, oltre a Tatarusanu, arrivano solo conferme in merito alla coppia difensiva a cui Pioli si affiderà pomeriggio per affrontare la Roma di Jose Mourinho, per la ventesima giornata di Serie A.

Le notizie trapelate ieri, in merito all’utilizzo di Matteo Gabbia e Pierre Kalulu, è rilanciata dai quotidiani sportivi in edicola stamani. I due giovanissimi saranno dunque chiamati a contrastare Abraham e Zaniolo, in una sfida che si preannuncia complicato.

Sarà un esame importante per il canterano rossonero, che contro la Fiorentina, contro Vlahovic ha faticato parecchio ma merita fiducia anche perché sono sempre meno i difensori che sono riusciti a far bene contro il serbo della Fiorentina. L’ex Lione, invece, è chiamato a dimostrare i suoi progressi in una stagione in cui, fino a questo momento, sono arrivate solo risposte positive.

Presto capiremo quanto sarà lunga l’assenza di Tomori e Romagnoli ma appare evidente che urge al più presto un difensore. In questo periodo si giocherà praticamente ogni tre giorni e le insidie, soprattutto per via del Covid-19, sono sempre più dietro l’angolo.

E’ arrivato il tempo di affondare il colpo e di acquistare il tanto atteso difensore centrale, che possa prendere il posto dell’infortunato Simon Kjaer, che ha chiuso anticipatamente la stagione. Il nuovo calciatore serve in fretta. Paolo Maldini e Frederic Massara ne sono consapevoli e proveranno a regalarlo a Pioli il prima possibile.


Leggi anche:


Obiettivo chiaro

Il nome in cima alla lista continua ad essere Sven Botman. L’olandese è ritenuto, per caratteristiche e margini di crescita, il profilo ideale. Costa però parecchio: difficilmente il Lille – nonostante gli ottimi rapporti con il Milan – concederà sconti particolari. I francesi vogliono chiaramente garanzie in merito. Il Milan sta provando a mettere a segno un colpo alla Tomori, in prestito con diritto di riscatto a 25/30 milioni di euro. Alzare il valore del prestito potrebbe aiutare a trovare la quadra.

E’ evidente che si valutano le alternative e non è da escludere, che nonostante i tantissimi nomi fatti, alla fine ad arrivare sia un profilo mai venuto fuori.