Venezia-Milan, la probabile formazione di Pioli: tre ballottaggi da sciogliere

La probabile formazione rossonera anti-Venezia. Stefano Pioli dovrebbe optare per qualche cambio rispetto alla gara contro la Roma…

Neanche il tempo di godere della bella vittoria contro la Roma, che il Milan è subito chiamato al ritorno in campo. Domattina, alle ore 12.30, la squadra di Stefano Pioli si troverà a Venezia per sfidare la squadra di Paolo Zanetti. Una gara più semplice sulla carta, sì, ma non da sottovalutare.

Pioli e Tonali
Pioli e Tonali (©LaPresse)

La squadra veneta ha dimostrato più volte gran carattere in questa stagione da neopromossa di Serie A. Già nella gara d’andata contro il Milan, non era stato facile per gli uomini di Pioli centrare la vittoria. Domani servirà dare nuovamente il massimo per conquistare i tre punti e non perdere di vista la testa della classifica.

Contro la Roma, nonostante le dieci assenze, ogni rossonero ha dato il massimo in campo e il risultato è stato una prova magistrale con una vittoria più che meritata. Domani il Diavolo si presenterà nel capoluogo veneto con ancora troppe assenze, le stesse di San Siro giovedì. Ecco che Stefano Pioli potrebbe optare per dei cambi di formazione. Alcuni forzati, altri meno, ma l’obiettivo è quello di non spremere troppo i giocatori.


Leggi anche:


Venezia-Milan, Pioli pensa a Leao dal 1’ minuto

Contro il Venezia, la difesa del Milan, complici le diverse assenze, non subirà alcuna modifica rispetto alla Roma. Quindi, Maignan in porta, Florenzi terzino a destra, coppia di centrali composta da Kalulu e Gabbia, e l’imprescindibile Theo Hernandez a sinistra.

I primi ballottaggi partono dalla mediana, dove Stefano Pioli potrebbe decidere di schierare Tiemouè Bakayoko al fianco di Sandro Tonali e lasciare riposare Krunic in panchina. Stesso discorso per la trequarti, dove al posto di Alexis Saelemaekers adattato a sinistra, potrebbe tornare dal 1’ minuto nel suo ruolo Rafael Leao.

Il belga partirebbe dunque dalla panca, mentre sulla sinistra d’attacco dovremmo vedere ancora Junior Messias, il brasiliano che sta convincendo tutti a suon di dribbling, gol e in generale prestazioni di grande sacrificio. Trequartista centrale ancora Brahim Diaz, che ha bisogno di giocare il più possibile per riprendere la giusta condizione.

Ballottaggio anche in attacco. Pioli deve ancora decidere se schierare Giroud o Ibrahimovic dal 1’ minuto. Il francese ha giocato 80’ minuti nella gara contro la Roma e potrebbe aver bisogno di rifiatare. L’allenamento di oggi servirà al tecnico rossonero per schiarirsi le idee, ma è chiaro che in attacco il problema non sussiste dato che Zlatan e Olivier possono alternarsi senza problemi durante il corso della gara.