Milan, la scelta sul difensore: cambia la strategia

Arrivano conferme in merito alle difficoltà nell’acquistare in prestito Eric Bailly. Ecco perché Frederic Massara e Paolo Maldini stanno prendendo in considerazione un’altra idea

Il calciomercato e le trattative possono andare in soffitto per qualche ora. La testa, oggi, è alla prima partita di Coppa Italia: a San Siro, alle ore 21.00, arriva il Genoa di Shevchenko, per gli Ottavi di finale. C’è tanta voglia di far bene e mister Stefano Pioli non è intenzionato a stravolgere la rosa. A San Siro chiaramente ci saranno anche Paolo Maldini e Frederic Massara, che in questi giorni stanno lavorando intensamente per regalare un nuovo centrale al tecnico rossonero.

Gazidis e Maldini
Gazidis e Maldini (©LaPresse)

C’è da sostituire Simon Kjaer, che ha chiuso anticipatamente la stagione. Come detto in questi ultimi giorni, il Milan, con i suoi dirigenti, sta riflettendo per capire quale sia il profilo più giusto su cui puntare.

Sven Botman è certamente il preferito ma un obiettivo complicato, quasi impossibile da raggiungere. Il Lille ha alzato il muro e chiede tantissimi soldi, più di 35 milioni di euro, per lasciarlo andare. Sarà un discorso estivo, così come Bremer. Il centrale del Torino sta stupendo tutti con prestazioni super. Il Milan è in corsa ma a gennaio non lascerà la squadra di Ivan Juric.

Nelle ultime ore è così emersa la possibilità di poter acquistare in prestito con diritto di riscatto Éric Bailly. Il centrale ivoriano, impegnato in Coppa d’Africa, ha faticato a trovare spazio con il Manchester United e non è certo una prima scelta di Rangnick.

Ieri, però, vi abbiamo riportato dall’Inghilterra, l’intenzione dei Red Devils di non voler cedere il calciatore in prestito. C’è voglia di monetizzare. Linea questa che oggi trova conferme sulle pagine de La Gazzetta dello Sport. Stesso discorso vale per Diallo, con il quale il Psg vorrebbe guadagnare una ventina di milioni.


Leggi anche:


Cresce l’ipotesi Gabbia

Le difficoltà nell’arrivare ad un centrale appaiono dunque molto evidenti. Ecco perché può prendere strada un’altra ipotesi, quella di puntare su Matteo Gabbia.

Il centrale, scuola Milan, sta convincendo Stefano Pioli. L’idea prestito – piace a Cagliari, Salernitana e Sampdoria – è viva: poter giocare con maggiore continuità sarebbe certamente utile ma chissà che alla fine non possa farlo proprio con la maglia rossonera, come sta facendo in queste partite.

Anche stasera, d’altronde, nonostante il recupero di Fikayo Tomori, Gabbia dovrebbe avere un’opportunità al centro della difesa, per confermare la sua crescita e magari essere lui l”acquisto’ di gennaio dei rossoneri