CorSera – Milan, il retroscena su Giacinti: addio in lacrime

Ecco le reali motivazioni del triste addio al Milan della bomber Valentina Giacinti, che da pochi giorni è passata alla Fiorentina.

La squadra del Milan Femminile sta per riprendere la stagione di Serie A, tornando in campo domani alle ore 14:30 contro l’Hellas Verona, in una trasferta insidiosa. Ma il mese di gennaio finora è stato rilevante soprattutto per gli stravolgimenti in rosa determinati dal mercato.

giacinti
Valentina Giacinti (©LaPresse)

L’operazione che ha fatto maggiormente discutere e parlare è stata in uscita. Il Milan ha ufficializzato giorni fa la cessione in prestito di Valentina Giacinti alla Fiorentina. Ovvero la bomber e capitana della squadra rossonera, che a metà stagione è stata ‘parcheggiata’ a titolo temporaneo altrove.

Incredibile come la Giacinti, uno dei simboli del Milan in rosa, abbia chiuso la sua esperienza milanista. Nonostante sia legatissima a questi colori, essendo una grande tifosa rossonera. Oggi il Corriere della Sera fa luce sui motivi di questo arriverderci molto sentito ed inaspettato.


Leggi anche:


Ganz, dissidi interni con Giacinti e Boquete

Il noto quotidiano nazionale parla di un clima piuttosto teso a Milanello, in ambito femminile negli ultimi mesi. Sembra infatti che Giacinti sia entrata in conflitto con il tecnico rossonero Maurizio Ganz ed il suo staff tecnico. Alla base dalla partenza della numero 9 ci sarebbe dunque un forte dissidio con l’allenatore.

Il rapporto tra i due era iniziato bene nel 2019, con Valentina che si sentiva onorata di poter essere guidata e migliorata da un ex bomber come Ganz. Ma pare che negli ultimi tempi tale idillio si sia interrotto. Probabilmente già in autunno, quando a litigare con Ganz era stata Veronica Boquete, centrocampista spagnola che fu subito messa fuori rosa per una possibile mancanza di rispetto.

Litigi che sono continuati successivamente. La Giacinti, molto legata a Boquete, avrebbe preso le sue difese e fatto indispettire Ganz. Da qui la decisione di togliere a Valentina la fascia da capitana, consegnata all’altra nazionale azzurra Valentina Bergamaschi. Una goccia che ha fatto traboccare il vaso in questo mese di gennaio.

Il Milan ha deciso di difendere mister Ganz e trovare una soluzione per Giacinti, la quale altrimenti sarebbe rimasta ferma e fuori squadra. Oltre a Boquete, svincolatasi e passata alla Fiorentina, anche l’attaccante è stata lasciata partire. Ma solo in prestito. Infatti a fine stagione è possibile che il club rossonero rifletta se trattenere Ganz, tecnico dal rendimento comunque positivo, oppure riportare Giacinti alla base e cambiare guida tecnica.