“Bailly non è Tomori”: un ex Milan sconsiglia l’ivoriano a Maldini

Bailly viene spesso accostato alla squadra rossonera: ma Di Canio non sembra convinto della scelta eventuale.

È arcinoto che il Milan sia alla ricerca di un nuovo difensore centrale. Dopo il grave infortunio di Simon Kjaer, è arrivato anche il mese di stop di Fikayo Tomori. La dirigenza è costretta a intervenire per dare a Stefano Pioli un rinforzo nel reparto.

Eric Bailly
Eric Bailly, difensore centrale del Manchester United (©Getty Images)

Tra i nomi che spesso vengono indicati come obiettivi rossoneri c’è Erick Bailly. L’ivoriano classe 1994 non ha spazio nel Manchester United e può lasciare la squadra allenata da Ralf Rangnick. Da considerare che adesso è impegnato in Coppa d’Africa, pertanto bisognerà attendere prima di averlo a disposizione.


Leggi anche:


Mercato Milan, Di Canio sconsiglia Bailly: i motivi

Paolo Di Canio
Paolo Di Canio, ex calciatore di Lazio e Milan (©Getty Images)

Tra coloro che non sono esattamente convinti dell’eventuale approdo al Milan di Bailly c’è Paolo Di Canio, attento osservatore della Premier League. In un’intervento a Sky Sport l’ex giocatore rossonero sembra sconsigliare a Paolo Maldini e Frederic Massara di portarlo a Milanello: «Chiunque arrivi in Serie A fa bene perché giunge da campionati superiori. Però lui ha avuto problemi fisici. E non è un Tomori come tipo di difensore. Si addormenta a volte, corre dei rischi e non è così feroce a livello agonistico. Può fare bene, ma non è un Tomori che è arrivato con il desiderio di esplodere».

Di Canio ha dei dubbi sul valore del centrale del Manchester United, che tra infortuni e disattenzioni potrebbe non essere il rinforzo ideale per Pioli. Il Milan sta valutando lui e anche altri difensori. Oltre alle qualità tecnico-tattiche, Maldini e Massara devono considerare anche le condizioni economiche dell’operazione.

Bailly sembra prendibile con la formula del prestito con diritto di riscatto, soluzione preferita dalla dirigenza rossonera per limitare l’impatto a bilancio nell’immediato e poter valutare nei mesi se acquistare il cartellino a titolo definitivo o restituirlo ai Red Devils.

Vedremo se il Milan deciderà di affondare il colpo per l’ex Villarreal oppure se sarà un altro l’innesto per la difesa di mister Pioli. Circolano tanti nomi in questi giorni e sono diverse le opzioni che il club valuta. Maldini e Massara potrebbero anche fare un affare a sorpresa prendendo un calciatore che finora non è mai stato accostato al Diavolo. Non sarebbe la prima volta.