Effetto Serra, Milan scippato di tre punti: la rabbia non passa

E’ ancora tanta la rabbia e lo sconforto per la partita di ieri contro lo Spezia: il Milan si è visto privato di tre punti per un errore arbitrale che ha davvero del clamoroso

Non passa la rabbia e la delusione per un errore arbitrale clamoroso e ingiustificabile che di fatto ha tolto tre punti al Milan. Tre punti, che inevitabilmente peseranno come un macigno nella corsa Scudetto ma non solo.

Serra in MilanSpezia
Serra in MilanSpezia (©LaPresse)

La classifica ora si è davvero accorciata e le partite contro Juventus e Inter, diranno davvero quale sarà la stagione della squadra di Stefano Pioli.

In queste ore, però, la testa di tutti è ancora alla decisione dell’arbitro Serra, dimostratosi inadeguato per tutto il match, di non concedere il vantaggio. Fischiando il fallo a Rebic senza aspettare meno di un secondo – perché è questo il tempo che passa prima che la palla calciata da Messias vada in rete -, il classe 1982 ha commesso un gravissimo errore, che difficilmente si vedono sui campi da calcio

Ma la serataccia di Serra era cominciata ben presto, con una gestione della partita davvero rivedibile: molti falli non visti, da una parte e dall’altra, una gestione dei cartellini poco comprensibile e alla fine è arrivato l’errore più grande. Un errore di cui si è reso conto anche lui.

Sono arrivate le scuse del fischietto e da parte di tutto il sistema arbitri ma delle scuse il Milan e i suoi tifosi, purtroppo, se ne fanno ben poco. Sui social molti sostenitori rossoneri parlano di campionato falsato. Servirà qualche giorno per far dimenticare la delusione ma i punti di distacco dall’Inter non cambieranno.


Leggi anche:


La lucidità di Pioli

In questi momenti complicati, in cui tutti, dai calciatori ai tifosi hanno mostrato la loro rabbia, il più lucido si è mostrato ancora una volta Stefano Pioli. Il tecnico ha sì dato le colpe all’arbitro ma non ha dimenticato di sottolineare gli errori della sua squadra: realizzare un solo gol, dopo aver calciato verso la porta per 25 volte, non è ammissibile. Tanta sfortuna ma anche un super Provedel. L’errore difensivo, in occasione del primo gol di Agudelo, invece, non ha nulla a che fare con la cattiva sorte.

Ora serve rialzarsi e pensare alla super sfida contro la Juventus, sperando che non ci siano più errori arbitrali che indirizzino così il match