Lega Serie A, Scaroni conferma: “Capienza stadi, si torna al 50%”

Le brevi parole di Paolo Scaroni, presidente del Milan, all’uscita dall’assemblea di Lega tenutasi nella giornata odierna a Milano.

Quest’oggi a Milano si è tenuta un’importante assemblea presso la Lega Serie A. Un incontro fondamentale, programmato con tutti i rappresentanti del massimo campionato italiano, per parlare di alcuni argomenti caldi.

scaroni
Paolo Scaroni (©LaPresse)

In rappresentanza del Milan era presente ovviamente il presidente, Paolo Scaroni, sempre in prima linea in eventi del genere. Il noto manager ha partecipato alla discussione soprattutto legata alla capienza degli stadi italiani. Già nei giorni scorsi si vociferava di un abbandono della quota 5.000 spettatori al massimo.

Tutto confermato da Scaroni ai cronisti presenti. All’uscita dalla suddetta assemblea, il numero uno del Milan ha rivelato che dal primo weekend di febbraio si tornerà ad una quota più accettabile: “Dalle prossime partite la capienza negli stadi tornerà al 50%” – ha detto Scaroni senza rilasciare altri commenti in merito.

Un primo passo importante verso una normalità da ritrovare, per il bene del calcio e delle casse dei vari club italiani. Dunque il derby Inter-Milan, previsto a San Siro per sabato 5 febbraio 2022, vanterà metà dello stadio pieno. L’obiettivo è entro primavera il ritorno alla capienza massima sugli spalti, anche se bisognerà valutare soprattutto la curva pandemica.


Leggi anche:


Mercato Milan, Scaroni glissa sulle novità

Scaroni è stato interpellato anche sulle possibili mosse finali di mercato del Milan, che ha ormai meno di quattro giorni per provare ad arricchire la rosa in vista della seconda parte di stagione.

Ma è rimasto impassibile il presidente confermando che “Di mercato non ne parlo, non me ne occupo io“. Scaroni dunque ha evitato signorilmente questo discorso, che effettivamente non è quasi mai stato di sua competenza da quando è stato eletto chairman del Milan.

Nessun commento neanche sull’acquisto di Marko Lazetic, annunciato proprio oggi dal club rossonero dopo le visite mediche effettuate martedì scorso. Le mansioni societarie di Scaroni sono ben diverse: è un simbolo istituzionale e di rappresentanza, il quale presiede le riunioni e le assemblee di Lega (come quella odierna) ed è coinvolto nel progetto stadio grazie ai legami con il Comune. Per il mercato bisogna rivolgersi ad altre figure all’interno del Milan.