Donnarumma all’attacco: “Vi racconto l’ultima chiamata del Milan”

Donnarumma torna a parlare del club rossonero e del suo addio: non manca una frecciata alla dirigenza.

Mike Maignan ha ormai fatto dimenticare Gianluigi Donnarumma ai tifosi del Milan. Non ci sono dubbi. Il portiere francese si è dimostrato assolutamente all’altezza di difendere i pali della porta rossonera.

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©LaPresse)

Ovviamente aver perso un estremo difensore come il classe 1999 campano a parametro zero non è stato l’ideale. Con una vendita normale il club avrebbe potuto fare una plusvalenza molto importante per il bilancio, però le cose sono andate diversamente. Paolo Maldini e Frederic Massara, vedendo le difficoltà nel rinnovargli il contratto, hanno deciso di puntare su Maignan e così Gigio si è accasato al Paris Saint Germain dopo l’Europeo vinto da svincolato.


Leggi anche:


Donnarumma parla del Milan e punge la dirigenza

Donnarumma Gianluigi
Gianluigi Donnarumma (©LaPresse)

Donnarumma ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport ed è tornato a parlare dell’addio al Milan: «Dopo tanti anni non è semplice separarsi da una realtà come il Milan. Lì sono cresciuto come uomo e calciatore. Non posso che ringraziare il club per quanto fatto per me. Anche i tifosi mi hanno sempre trattato bene. A Milano mi sono sempre sentito a casa. Si sa come sono andate le cose. Tutti magari danno la colpa a me, senza però guardare cosa è successo dall’altra parte. L’ultima telefonata da parte del club è stata per comunicarmi che avevano preso un altro portiere. È finita così».

Insomma, il portiere di Castellammare di Stabia cerca di addossare delle responsabilità alla dirigenza rossonera per la sua partenza in direzione Parigi. Va anche detto che Maldini e Massara per mesi hanno cercato un accordo per il rinnovo del contratto, non essendoci l’accordo hanno giustamente considerato altre opzioni e la scelta di Maignan è stata azzeccata.

Donnarumma comunque è felice al Paris Saint Germain, dove aveva iniziato in panchina e ha poi trovato sempre maggiore spazio: «Avevo voglia di conoscere qualcosa di diverso e sento che ho fatto la scelta giusta. Credo che il PSG sia sempre stato nel mio destino. Mi seguivano da anni e mi hanno sempre fatto sentire il loro interesse. Dovevano andare così. Sono felice e orgoglioso di essere qui».

Anche se adesso gioca in Francia, l’estremo difensore della nazionale italiana continua a dare un occhio al Milan: «Da tifoso seguo tutto con passione. Sento spesso i miei ex compagni, ma anche mister Pioli. Sono contento di come stanno andando le cose al Milan. Spero che arrivino fino in fondo facendo un grandissimo campionato. Ho gioito per il derby vinto».

A Donnarumma è stato anche domandato un parere su Maignan, colui che lo sta sostituendo senza alcun rimpianto: «Lo seguo con attenzione e mi ha fatto una buona impressione. Gli faccio i complimenti per quello che sta facendo. Sono contento per lui e per tutti i ragazzi».