Calciomercato Milan, riscatto Brahim Diaz | C’è un patto col Real

Brahim Diaz è in prestito biennale al club rossonero e si inizia già a pensare il suo riscatto dal Real Madrid.

Il Milan ha rinnovato il contratto di Theo Hernandez e vuole presto accordarsi anche con Ismael Bennacer e Rafael Leao, altri due in scadenza a giugno 2023. Ma c’è anche un altro giocatore legato al Diavolo fino a quell’anno: Brahim Diaz.

Diaz Maldini Massara
Brahim Diaz con Paolo Maldini e Frederic Massara (©LaPresse)

Il trequartista malagueño è arrivato in prestito biennale dal Real Madrid, dopo il trasferimento in prestito secco della stagione precedente. Il club rossonero se lo può godere per un altro anno prima di esercitare, eventualmente, il diritto di riscatto.

Finora l’ex Manchester City ha avuto un rendimento un po’ altalenante. Aveva iniziato fortissimo questa stagione, poi ha avuto il Covid-19 e una volta rientrato non ha inciso quanto prima. Nelle ultime partite, contro Inter e Lazio, sembra essere tornato sui suoi livelli e adesso si spera che abbia continuità.


Leggi anche:


Brahim Diaz, il possibile piano del Milan

Brahim Diaz in questa annata ha messo insieme 4 gol e 4 assist in 27 partite tra Serie A, Coppa Italia e Champions League. L’ultima rete l’ha realizzata il 25 settembre, quindi deve cercare di sbloccarsi. A Stefano Pioli serve un suo apporto maggiore in fase realizzativa, sia in termini di gol che di assist ai compagni. Le ultime gare disputate fanno ben sperare.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©LaPresse)

Il Milan spera che Brahim Diaz si sia messo alle spalle il periodo complicato e sia pronto a incidere con continuità da vero numero 10. La Gazzetta dello Sport spiega che del suo futuro si potrebbe discutere prima del giugno 2023, quando scade il suo prestito.

Infatti, esiste un patto non scritto con il Real Madrid che prevede la possibilità di un confronto tra i club già alla fine dell’attuale stagione. Paolo Maldini e Frederic Massara possono decidere di anticipare il riscatto del cartellino.

Da ricordare che servono 22 milioni di euro per esercitare l’opzione di acquisto. E il Real Madrid ha un diritto di contro-riscatto fissato a 27 milioni. I rapporti tra le due società sono ottimi, però non è ancora chiaro se i blancos abbiano intenzione di puntare su Brahim Diaz per il futuro.

Invece, il Milan sembra già avere abbastanza chiara la volontà di proseguire con l’ex fantasista del Manchester City, al quale andrebbe sicuramente corrisposto un aumento dello stipendio. Ora percepisce 1,2 milioni netti a stagione e con l’acquisto a titolo definitivo tale importo sarà destinato a crescere.