Ex Milan – Leonardo attacca Florentino Perez: scenata nel centro di Parigi

Episodio a dir poco particolare oggi, nel consueto pranzo pre-partita di Champions League in attesa di PSG e Real Madrid.

Questa sera riprende ufficialmente la Champions League 2021-2022, con l’avvio degli ottavi di finale. Subito un grandissimo match di cartello a Parigi, tra il PSG ed il Real Madrid.

Leonardo
Leonardo (©LaPresse)

Nel duello odierno si troveranno di fronte due ex allenatori del Milan. Da una parte Carlo Ancelotti, tecnico che guidò i rossoneri nei primi anni 2000 a numerosi trionfi, soprattutto continentali. Dall’altra il brasiliano Leonardo, che allenò il Milan nel 2009-2010 mentre attualmente è direttore generale del PSG.

Proprio Leonardo è stato protagonista di un episodio a dir poco clamoroso quest’oggi. All’ora di pranzo è andato in scena il consueto incontro a tavola tra le dirigenze delle due squadre. Una tradizione prima delle sfide di Champions League, ovvero un pasto consumato in un ristorante cittadino alla presenza dello stato maggiore dei club protagonisti.


Leggi anche:


Litigio PSG-Real per colpa di… Mbappé!

Un pranzo, quello nel centro di Parigi, che ha avuto un forte risvolto polemico. Innanzitutto la dirigenza del PSG ha cambiato la location all’ultimo momento: inizialmente doveva avvenire al Guyana Savoy, mentre in extremis è stato spostato nel carissimo ristorante Pavyllon, sugli storici Champs Elysées.

Tensione tra i commensali, per colpa proprio di Leonardo. L’ex milanista, presente al pranzo assieme al suo presidente Nasser Al-Khelaifi, si è infastidito per il ritardo di circa 40 minuti portato dal patron del Real Florentino Perez.

Ma successivamente l’argomento di conversazione è stato il futuro di Kylian Mbappé. Leonardo ha sbottato nei confronti di Florentino, puntando il dito contro tutta la società madrilena colpevole di aver cercato di convincere il francese a lasciare Parigi e trasferirsi in Spagna prima della fine del suo contratto.

Come riferito dal quotidiano AS, il Real ha preferito non rispondere alle provocazioni ed al nervosismo di Leonardo, ma di certo i rapporti tra i due club dopo questi discorsi piuttosto sentiti appaiono compromessi. Nonostante ciò Perez vorrebbe ottenere l’appoggio di Al-Khelaifi per la nota creazione della Superlega: il Real Madrid era tra i club fondatori, mentre il fondo qatariota del PSG tra coloro maggiormente scettici e contrari.

L’atteggiamento di Leonardo sorprende. Fu proprio l’ex rossonero a convincere Gigio Donnarumma a trasferirsi a parametro zero al PSG, senza rispettare i tentativi di rinnovo proposti dal Milan. Ora che il coltello non è più della sua parte, Leo ha messo in atto una scenata a dir poco ironica.