L’incontro con la Muy Manero a Casa Milan: “Non hanno parlato solo di Botman”

Nell’incontro con l’entourage dell’olandese, il Milan ha colto l’occasione per aprire un altro discorso in entrata.

Le notizie di mercato si susseguono a ripetizione. A parlarci delle trattative in casa Milan ci ha pensato stavolta il giornalista della Gazzetta dello Sport, Carlo Laudisa.

Agenti Botman
Gli agenti di Botman a Casa Milan

Laudisa è intervenuto sul canale Youtube di Carlo Pellegatti e ha spiegato una nuova situazione di mercato per i rossoneri. Il Milan, come è ben noto, sta cercando un calciatore di qualità che possa occupare la zona della trequarti sulla fascia destra. Un giocatore con caratteristiche più offensive rispetto a quelle di Saelemaekers, magari più vicine a quelle di Castillejo, prossimo all’addio.

Entra nel nostro canale Telegram! Notizie in anteprima e chat aperta con la redazione

Il giornalista ha fatto un nome nuovo per l’attaccante esterno. Queste le sue parole: “Il Milan sta valutando se riscattare Messias, e in questo versante del campo c’è un nome che guarda caso è una candidatura emersa in concomitanza con la visita degli agenti di Botman in via Aldo Rossi. E’ un altro attaccante olandese, ovvero Bergwijn del Tottenham, con presenze sempre molto raro. A dire il vero Conte lo ha utilizzato di più rispetto alla parte iniziale della stagione e lui ha realizzato anche dei gol significativi entrando dalla panchina, confermando tutte le sue qualità di ala versatile”.


Leggi anche:


Questione rinnovi: serve tempo per Leao

Laudisa ha poi aggiunto sull’olandese: “Bergwijn può giocare sia a destra che a sinistra. Maldini e Massara stanno cercando un interprete di qualità per quel ruolo e lo hanno messo nel mirino. Potrebbe andar via a prezzo di favore e per il Milan questi acquisti sono una specialità”.

Un commento infine Laudisa lo ha riservato alla questione rinnovi, con particolare attenzione a quello del portoghese Leao: “La dirigenza rossonera si concentra poi sugli altri contratti da rinnovare, come quello di Bennacer e di Leao, che aspetta il verdetto del TAS per liberarsi di quel problema che lo angoscia e che è temporaneamente un ostacolo al dialogo per il rinnovo. Entrambe le parti lo vogliono ma ancora non si è concluso”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)