Sportmediaset – Rinnovo Ibrahimovic: offerta al ribasso, il Milan vuole tutelarsi

Da Sportmediaset ci arriva una panoramica generale sulla situazione legata ai riscatti e ai rinnovi in casa Milan. Focus importante su Zlatan Ibrahimovic…

Ancora tutto da decidere il futuro prossimo di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese è diviso a metà tra l’appendere gli scarpini al chiodo o continuare un altro anno in rossonero. Valutazioni che si baseranno essenzialmente sul suo stato fisico.

Ibrahimovic, Maldini e Massara
Ibrahimovic, Maldini e Massara (©LaPresse)

Ibra, nonostante i 40 anni, ha dimostrato di poter essere ancora decisivo per questo Milan, ma i suoi continui stop per infortunio pongono grosse incognite sulla sua prossima stagione. Maldini e Massara hanno più volte ribadito che lo svedese non sarà mai un peso per la squadra, ma sempre e soltanto una risorsa; e che il rinnovo passa soprattutto dalla decisione che lo stesso Ibrahimovic prenderà a fine stagione.

Del possibile prolungamento contrattuale di Zlatan ha parlato oggi a Sportmediaset Claudio Raimondi. Il giornalista ha rivelato quale sarebbe l’offerta del Milan in caso di rinnovo dell’attaccante. Le sue parole:

L’idea su Ibra è quella di proseguire un’altra stagione con uno stipendio però inferiore. La proposta del club è attorno ai 3 milioni di euro come parte fissa, più una parte variabile legata al numero di presenze e gol. Una scelta lecita per tutelarsi dati i numerosi problemi fisici dell’attaccante. Lo svedese deciderà se accettare o meno nel mese di aprile, dopo i playoff mondiali della Svezia.

 


Leggi anche:


Milan, le ultime su Kessie e Romagnoli

Claudio Raimondi, a proposito di rinnovi, ha dato ulteriori aggiornamenti in merito alle situazioni contrattuali di Franck Kessie e Alessio Romagnoli. A detta del giornalista ci sono davvero poche chance di rivedere i due in rossonero la prossima stagione. Al momento, nessun segnale di rinnovo in vista. E ormai sono abbastanza note le controversie legate a tali prolungamenti.

Il giornalista si è così espresso in merito: “Kessie è sempre più lontano e non arriva nessun segnale di riavvicinamento. L’ivoriano lascerà quasi sicuramente il Milan a parametro zero. Stesso discorso anche per capitan Romagnoli. Se dovesse arrivare Botman e con il recupero di Kjaer, vedrebbe ridursi il suo spazio, e ad oggi il rinnovo sembra qualcosa di impossibile”.

Milan, capitolo riscatti

Passando ai giocatori attualmente in prestito al Milan, Raimondi ha fatto una panoramica abbastanza chiara delle situazioni in rossonero di Tiemouè Bakayoko, Alessandro Florenzi, Junior Messias e Brahim Diaz. Quello che molto probabilmente verrà riscattato è il folletto spagnolo, mentre ci sono dubbi sull’ex Roma e sul brasiliano, e ancor più perplessità su Baka.

Il centrocampista francese, ad oggi, pare destinato al ritorno a Londra in netto anticipo. Mentre per Florenzi conteranno molto le valutazioni che verranno fatte su Pierre Kalulu. Raimondi ha così concluso i suoi aggiornamenti:

Bakayoko, al momento in prestito per due anni dal Chelsea, potrebbe rientrare in estate a Londra vista la sua deludente annata. Brahim invece potrebbe essere riscattato anzitempo, e quindi in estate. Senza aspettare il 2023. Molto positivo l’impatto di Florenzi, ma la crescita di Kalulu e il fatto che abbia più di 30 anni sono aspetti che non giocano a suo favore. Infine, pare che Junior Messias abbia una chance per convincere i dirigenti rossoneri a versare 5 milioni e mezzo nelle casse del Crotone