Milan, nuova idea per l’attacco: Conte lo scarica, a giugno si può!

Il Milan guarda anche al mercato inglese per rinforzare la propria rosa in vista del 2022-2023. Un obiettivo offensivo gioca a Londra.

I programmi del Milan in vista della prossima stagione sembrano già scritti. I rossoneri hanno in qualche modo indirizzato le proprie attenzioni di mercato su obiettivi ben precisi e quasi dichiarati.

conte
Antonio Conte (©LaPresse)

Alla squadra di Stefano Pioli serviranno sicuramente un nuovo difensore centrale ed un mediano, fondamentale in caso di partenza di Franck Kessie. Ruoli che potrebbero essere rinforzati entrambi da trattative con il Lille: è noto come siano già stati avviati i contatti per Sven Botman e Renato Sanches,

Ma qualcosa servirà anche nel reparto offensivo. Possibile che Pioli possa richiedere un elemento di rapidità ed imprevedibilità da affiancare a Leao e Brahim Diaz, per completare una linea di trequarti in maniera più qualitativa possibile.

Proprio in tal senso, come scrive Calciomercato.com, il Milan avrebbe iniziato a sondare il terreno per un calciatore che milita in Premier League, ma che allo stesso tempo potrebbe presto fare le valigie e cambiare aria.


Leggi anche:


Al Tottenham gioca poco: occasione per il Milan

Il Milan avrebbe avuto un’imbeccata interessante da qualche intermediario che lavora sull’asse Italia-Inghilterra. Una pista riguardante la rosa del Tottenham, guidata da Antonio Conte. L’ex tecnico interista sembra pronto ad epurare un esterno offensivo di assoluta qualità.

Si tratta di Steven Bergwijn, attaccante esterno olandese classe ’97. Da due anni, esattamente dal gennaio 2020, questo calciatore milita nelle fila degli Spurs. Ma finora non ha mai avuto la possibilità di esprimersi con continuità, convincendo solo parzialmente i propri allenatori.

Bergwijn
Steven Bergwjin (©LaPresse)

Conte, nel suo 3-4-3 di base, gli preferisce spesso altre mezze punte, come il coreano Son o il brasiliano Lucas Moura. Inoltre a gennaio è stato ingaggiato anche l’ex juventino Dejan Kulusevski, dunque lo spazio tra i titolari per Bergwijn sembra essere ancora minore. I numeri parlano chiaro: in stagione l’olandese ha disputato 18 gare complessive, ma quasi sempre come spezzoni. Ha una media di 60′ giocati a partita, davvero poco per un innesto pagato 35 milioni di euro.

Il Milan è interessato alle qualità ed alle caratteristiche di Bergwijn. Si tratta di un’ala d’attacco che può giocare sia a destra che a sinistra, volendo anche da trequartista centrale o da ‘falso 9’. Un calciatore rapido e tecnico, che deve affinarsi in zona gol. Un’occasione di mercato per l’estate, soprattutto se Conte confermasse di non aver bisogno di lui.