Rebic, il gol non basta: quanti errori nel finale, “La fotografia del match” – VIDEO

Nota positiva della serata di Salerno è il ritorno al gol di Ante Rebic, che interrompe un digiuno piuttosto lungo e negativo.

Il pareggio per 2-2 di ieri sera allo stadio Arechi non è certo un risultato per il quale festeggiare. Ma il Milan può consolarsi per aver ritrovato in zona gol un elemento che sembrava in crisi personale.

Rebic
Ante Rebic (©Getty Images)

Il pareggio definitivo è arrivato grazie ad un guizzo di Ante Rebic. L’attaccante croato ha avuto finalmente un impatto determinato e decisivo, subentrando a gara in corso. L’ex Eintracht ha pescato il jolly del 2-2 con un destro dalla distanza, leggermente deviato. Il pallone si è infilato all’angolino, beffando un immobile Sepe.

Un gol che ha più di un significato. Intanto ha evitato al Milan la figuraccia di una sconfitta contro l’ultima della classe. Inoltre ha consentito a Rebic di ritrovare fiducia e consapevolezza, oltre alla gioia di andare in rete che mancava veramente da troppo tempo.


Leggi anche:


Rebic torna al gol: ma quanti errori nel finale

Pur essendo un attaccante col vizio del gol e dai movimenti sempre insidiosi, Rebic ha sofferto un digiuno davvero lunghissimo per quanto riguarda le marcature ufficiali con la maglia del Milan.

Il croato è tornato a segnare ieri esattamente dopo 5 mesi dall’ultima volta in Serie A. La sua ultima realizzazione risaliva al 19 settembre 2021, quando un colpo di testa di Rebic regalò un ottimo pareggio per 1-1 sul campo della Juventus. Proprio come ieri, quando il suo colpo dalla distanza ha graziato il Milan donandogli un punto quasi insperato.

Rebic è alla terza segnatura ufficiale in stagione. Oltre alle suddette due reti in campionato ha timbrato il cartellino una volta anche in Champions League, contro il Liverpool nella sconfitta per 3-2 ad Anfield Road. Era metà settembre e quei primi vagiti fecero illudere tutti che potesse essere la stagione giusta per Rebic.

Ma gli infortuni hanno letteralmente bloccato l’ascesa del numero 12 rossonero. Prima la lesione alla caviglia di ottobre scorso (con lieve ricaduta ad inizio febbraio), poi lo strappo al bicipite femorale che lo ha tenuto ai box per circa 40 giorni.

Ma il gol è l’unica luca di una prestazione che non ha convinto i tifosi. Ante, infatti, gol alla rete del pareggio, ha poi sbagliato qualsiasi cosa, con errori di scelte e tecnici davvero inspiegabili. Un esempio è nel video che trovate qui sotto, molto virale in questi minuti sui social. La fotografia di una partita giocata malissimo dal Milan e in particolare dai suoi uomini migliori.