Salernitana-Milan, le pagelle della Gazzetta: bene Romagnoli, il peggiore è Maignan

Ecco i voti assegnati dalla Gazzetta dello Sport ai calciatori del Milan, dopo il deludente pareggio di ieri sera in terra campana.

Non può essere soddisfatto il Milan della prova di ieri sera allo stadio Arechi. La Salernitana, ultima in classifica e quasi destinata ormai alla retrocessione, ha fermato i rossoneri sul pareggio, sfiorando persino il colpaccio.

Bonazzoli e Romagnoli
Bonazzoli e Romagnoli (©LaPresse)

Ennesimi punti persi contro una squadra dalla classifica deficitaria. Un pareggio che è frutto di una prova poco attenta né concentrata da parte dei ragazzi di Stefano Pioli. Molti dei titolari hanno steccato, così come gli ingressi a partita in corso. Ma a livello individuale non è tutto da buttare.

Oggi, come di consueto, la Gazzetta dello Sport ha pubblicato voti e pagelle assegnate ai calciatori del Milan dopo la partita di ieri a Salerno. Inevitabili le diverse bocciature, soprattutto da chi ci si aspettava una prova degna di questo nome.


Leggi anche:


I migliori del Milan ieri a Salerno

Come detto non tutto è stato da gettare alle ortiche ieri per il Milan. Ad esempio la prova ed il ritorno al gol di Ante Rebic, che ha evitato una sconfitta clamorosa. Voto 6,5 per il croato, l’unico a subentrare con grinta dalla panchina e ad imbucare il pallone del 2-2 in buca d’angolo.

Bene anche Alessio Romagnoli, che prende un valoroso 6,5 sotto gli occhi del c.t. Roberto Mancini. E’ il più brillante di una difesa in difficoltà e si ritrova anche a salvare il Milan dopo una gaffe di Maignan.

Sufficienza piena per gli esterni Messias e Leao. Il primo ha il merito di portare subito in vantaggio il Milan, il portoghese si accende invece nella ripresa, dopo un primo tempo sotto tono. Voto 6 anche per Calabria, sofferente al ginocchio ma vivo in partita. Idem per il subentrante Florenzi.

I peggiori in casa Milan

Sotto la sufficienza la prova di Theo Hernandez, che nonostante l’assist a Messias si dimostra confuso e poco produttivo per tutto il resto dell’incontro. Voto 5,5 per il terzino, così come per Sandro Tonali, stranamente molle in mezzo al campo. Vale lo stesso per i neo entrati Kessie e Saelemaekers, più confusionari che utili a gara in corsa.

Un 5 pieno in pagella per diversi titolari. Male Tomori, che si fa beffare da Djuric nell’azione del 2-2. Male Bennacer, poco brillante e mai preciso nel gioco a centrocampo. Male pure Brahim Diaz che torna nella modalità fantasma. Voto 5 persino a Giroud: il bomber delle ultime giornate resta a Milanello e si presenta la sua versione scarica.

Ma il peggiore in campo è a sorpresa Mike Maignan. Un 4 in pagella per il portiere, che commette un paio di scivoloni clamorosi: uscita senza senso che provoca l’1-1 di Bonazzoli e pallone perso a inizio ripresa che poteva costare carissimo ai suoi. Primo flop della sua finora ottima esperienza italiana.