L’attaccante: “Mi volevano” | Poteva tornare al Milan

L’attaccante, accostato al Milan in estate, allo scoperto: “Mi volevano”. Ecco le sue dichiarazioni che arrivano dalla Spagna

Anche durante il calciomercato di gennaio al Milan sono stati accostati i nomi di diversi attaccanti. Sembrava poter esserci spazio di manovra con l’addio di Pietro Pellegri. La partenza dell’italiano, trasferitosi al Torino, effettivamente c’è stata ma il Milan ha deciso di puntare su un profilo ancora più giovane, andando ad un occupare un posto da extracomunitario.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Come è noto, a gennaio, il club rossonero, ha messo le mani su Marko Lazetic, classe 2004, di cui si parla un gran bene, prelevato per una cifra vicina ai 4-5 milioni di euro dalla Stella Rossa. Il calciatore oggi deve ancora fare il suo esordio con la maglia del Diavolo: negli ultimi match, il centravanti non è stato nemmeno convocato, per via di un ritardo di condizione. Servirà ancora qualche giorno, dunque, per vederlo all’opera, quando chiaramente si dovesse presentare l’occasione.

A gennaio, il Milan ha quindi deciso di puntare sui recuperi di Ante Rebic e Olivier Giroud, che effettivamente hanno iniziato a dare il loro contributo. Il francese è stato autore di due doppiette, contro Inter e Lazio, e sabato scorso, contro la Salernitana, si è finalmente sbloccato il croato.


Leggi anche:


L’attaccante allo scoperto

Come dicevamo, a gennaio si sono fatti i nomi soprattutto di calciatori esperti, come poteva essere Mauro Icardi e Pierre Emerik Aubameyang. Non c’è mai stata una trattativa per i due calciatori ma soprattutto per l’ex Arsenal, oggi al Barcellona, sono state fonti autorevoli ad accostarlo al Milan come possibile rinforzo.

Il calciatore, intervistato da Sport, ha confermato che qualche sirena italiana c’è stata: “Avevo offerte dell’Italia e dalla Francia, ma il Barça è il Barça e non si può dire di no a un club come questo. Spero di poter restare fino al 2025, lavorerò sodo per questo. Sono molto felice di essere qui. Il Barcellona è un grande club che non sta vivendo un momento felice, ma sono sicuro che presto tornerà dove merita”. Va sottolineato, inoltre, che il Milan non è stata l’unica squadra italiana a cui è stato accostato Aubameyang. Prima dell’acquisto di Vlahovic, l’attaccante gabonese era un’idea che stuzzicava la fantasia anche della Juventus.