Ibrahimovic, nuovo attacco dagli Stati Uniti: “È un ignorante”

Ibrahimovic ha ricevuto una nuova critica proveniente dal mondo della NBA, dopo la diatriba avuta già con Lebron James in passato.

Non è mai stato uno che ha raccolto consensi unanimi Zlatan Ibrahimovic. A volte ha diviso le persone sia sul suo valore come il calciatore che sui comportamenti tenuti in campo e le dichiarazioni pronunciate.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Spesso ha trovato modo di far parlare di sé, attirando sia complimenti sia critiche. Tra coloro che hanno criticato l’attaccante del Milan in tempi recenti ci sono cestisti come Lebron James ed Enes Kanter Freedom, che nel 2021 hanno detto pubblicamente di non concordare sul fatto che gli sportivi non debbano parlare di politica.

Entrambi ritengono che lo sport sia importante per lanciare messaggi su temi sensibili di carattere sociale. Gli atleti, sfruttando il loro status e il grande eco mediatico che hanno determinati sport, possono riuscire a condizionare in positivo le opinioni.


Leggi anche:


Enes Kanter Freedom critica di nuovo Ibrahimovic

Enes Kanter Freedom
Enes Kanter Freedom (©LaPresse)

Enes Kanter Freedom, oltre a essere un famoso giocare di NBA, è anche un simbolo importante. Infatti, non ha mai nascosto la sua opposizione ai regimi totalitari. Si batte per i diritti e la liberà, non vuole solo giocare a basket.

Ha esposto il suo dissenso nei confronti di Erdogan, cosa che gli è costata il ritiro del passaporto turco, e anche contro il Partito Comunista Cinese. Vuole esprimere la sua opinione sempre, senza peli sulla lingua e senza nascondere ciò che pensa realmente. Non gli sono mancate delle minacce a causa delle sue prese di posizione.

Intervistato da RivistaContrasti.it, il cestista è tornato a ribadire l’importanza che ha lo sport nel lanciare messaggi di utilità sociale: “Sono stato accusato, anche da atleti professionisti, di essere più interessato alla politica che al basket. Quando si tratta di diritti umani, diritti inalienabili dell’uomo, non si tratta di politica. È qualcosa di più. C’è una differenza enorme”.

Enes Kanter Freedom ha anche menzionato Ibrahimovic, confermando di non apprezzare quanto disse lo scorso anno: “Quando Ibrahimovic disse che se avesse voluto occuparsi di politica avrebbe fatto il politico, dice una grande falsità. Il nostro è un ruolo di responsabilità. Abbiamo l’opportunità di influenzare con le nostre scelte, le nostre azioni e le nostre parole i giovanissimi, le future generazioni”.

L’atleta turco, che nel frattempo ha ricevuto la cittadinanza americana, ribadisce che gli sportivi possono fare la differenza e che Zlatan sbaglia a pensare che debbano solo occuparsi di sport: “Dobbiamo continuare a ispirare i più giovani sfruttando in maniera intelligente la nostra visibilità. Ibrahimovic è un ignorante. Non ha idea di quello che sta succedendo nel mondo. Deve comprendere la centralità e l’importanza del suo ruolo”.

La sua opinione è chiara, vedremo se il centravanti del Milan replicherà sull’argomento oppure se lascerà perdere. Sicuramente il suo focus adesso è sul rientro in campo, dato che è fuori da un mese per un’infiammazione al tendine d’Achille e non è ancora chiaro quando tornerà a disposizione di Stefano Pioli.