Tonali capitano del Milan? Ambrosini propone anche altri due nomi

Ambrosini ha parlato dell’importanza di avere la fascia da capitano nella squadra rossonera e si è esposto su alcuni calciatori.

Essere capitano del Milan significa raccogliere un’eredità molto pesante. Quella fascia è stata indossata da leggende come Cesare Maldini, Gianni Rivera, Franco Baresi, Paolo Maldini e altri giocatori hanno dato tanto al club.

Ambrosini Massimo
Massimo Ambrosini (©LaPresse)

Un grande capitato rossonero lo è stato anche Massimo Ambrosini, che si è ritrovato a ereditare la fascia da Maldini e non era affatto facile avere un tale peso. Però lui, cresciuto in uno spogliatoio con grandi esempi da seguire, se l’è ben cavata ed è l’ultimo capitano ad aver alzato la coppa della Scudetto.


Leggi anche:


Milan, Ambrosini sulla fascia da capitano

Ambrosini in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport ha parlato dell’importanza della fascia da capitano al Milan. Si è espresso anche sulla situazione di Alessio Romagnoli, in scadenza di contratto: “Va rispettato. Ricordo che quando cominciarono a circolare voci su di me, la cosa mi dette fastidio. Finché Alessio è al Milan ha quella fascia e bisogna ricordarselo”.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©LaPresse)

L’ex calciatore ha detto la sua anche sull’eventualità che sia Sandro Tonali un giorno a essere capitano rossonero: “Se conferma quello che sta facendo vedere la stoffa c’è di certo, non soltanto sul piano tecnico. Se Tonali continua così, ha tutte le qualità che servono per essere il capitano del Milan in futuro. Però non è l’unico in squadra. Penso anche a Simon Kjaer, che mi pare un capitano naturale e d’altra parte è già il leader della sua nazionale”.

Ad Ambrosini non dispiacerebbe neppure vedere uno Zlatan Ibrahimovic con la fascia al braccio nella prossima stagione: “Ripeto, potrebbero esserci tanti candidati, ma la butto lì: perché non Ibra, se continuerà nel Milan? Un altro anno, e con la fascia da capitano: sarebbe un bellissimo finale di carriera e al Milan darebbe ancora molto”.

L’attuale commentatore tecnico di DAZN e Prime Video pensa che sarebbe una buona scelta premiare Ibra nel caso in cui rimanesse ancora in maglia rossonera. Ma il rinnovo di contratto dello svedese è ancora incerto.