Milan, Ibra ancora ai box | Al suo posto il nuovo “Re di San Siro”

Le ultime sulle condizioni di Zlatan Ibrahimovic e sul calciatore che continuerà a sostituirlo al centro dell’attacco rossonero.

Le parole di Stefano Pioli ieri in conferenza stampa allontanano ancor di più il rientro in campo di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante e leader della squadra rossonera continua a restare ai box, lontano da una condizione atletica degna di questo nome.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Il tecnico del Milan non ha usato mezzi termini per spiegare come Ibra sia ancora lontano dal rientro, per colpa di uno status fisico per la prima volta deficitario: Zlatan migliora più lentamente di quello che si pensava, è un percorso da fare giorno per giorno. Nelle prossime ore comincerà a correre sul campo e vedremo. Il futuro? Per come lo conosco io, per determinazione, ambizione e volontà, sono convinto che voglia continuare”.

Un lento miglioramento che dunque rischia di compromettere anche la sua presenza per martedì prossimo, nel derby di andata di Coppa Italia contro l’Inter. Lo svedese vorrebbe esserci a tutti i costi, ma lo staff medico rossonero è molto cauto in tal senso.


Leggi anche:


Giroud, che numeri quando gioca al ‘Meazza’

Dichiarazioni, quelle di mister Pioli, che rendono nebuloso il futuro professionale e stagionale di Ibrahimovic. Il fastidio al tendine sembra essere più complicato da risolvere del previsto. Non aiuta il fatto che Ibra abbia ormai quasi 41 anni di età e che dunque i propri muscoli facciano più fatica a recuperare.

Al suo posto, come scrive la Gazzetta dello Sport, continuerà ad esserci Olivier Giroud. Sempre più un acquisto intelligente e utile quello del francese, nonostante non sia più un centravanti in erba. Il Milan si affiderà all’ex Chelsea, che nelle gare casalinghe vanta un trend davvero positivo.

giroud
Olivier Giroud (©LaPresse)

Tutti i 10 gol segnati in stagione da Giroud sono stati realizzati a San Siro. L’attaccante 35enne si esalta quando gioca tra le mura amiche, per una statistica che ha dati importanti; in Serie A, quando è partito dal 1′ minuto in casa, Giroud ha sempre segnato tranne che contro la Sampdoria nella recente vittoria per 1-0 (gol di Leao).

Giroud si è però rifatto in Coppa Italia, segnando a San Siro contro Genoa e Lazio ben tre reti decisive. Oggi contro l’Udinese il classe ’86 vuole proseguire su questa ondata di gol e prove determinate. Inoltre sono più di dieci anni che un numero 9 del Milan non va il doppia cifra in campionato. L’ultimo fu Pippo Inzaghi nella stagione 2008-2009: oggi Giroud è a quota otto, ma con ancora tre mesi di Serie A di fronte a sé.